Viaggiare con Grazia… USA: le bellezze del Sud

Lasciamo indiani e cow boys, montagne, deserti, bufali e cavalli nelle praterie e immergiamoci nel sud degli Stati Uniti. Il viaggio di oggi infatti si concentra in una zona meno visitata, ma non per questo meno bella ed importante, anzi. Nelle città che visiteremo è nata la musica blues, jazz, soul e sono nati personaggi importanti non solo per gli americani.

Partiamo subito per Atlanta, capitale della Georgia, la città più popolosa dello stato che ha dato i natali a Marthin Luther King. La prima tappa è sicuramente il distretto di Auburn dove si osserverà la sua casa natale restaurata (solo gli esterni), la chiesa battista Ebenezer, dove tre generazioni della famiglia King hanno predicato, ed il suo luogo di sepoltura. Altra tappa fondamentale è la CNN, la più grande testata giornalistica della tv del mondo. Ma Atlanta è la città anche della Coca Cola, pertanto vi suggerisco la vista al “Il Mondo Coca Cola“, dove si racconta la storia della famosa bevanda attraverso suggestive mostre (sicuramente non scopriremo mai il suo ingrediente segreto). In un paio di giorni la città si può visitare tutta, ma se volete fermarvi qualche notte in più per godere del bel clima ed atmosfera della città, fatelo, magari cercando punti di ristoro per assaggiare i piatti tipici della zona.

Lasciata Atlanta si può proseguire, seguendo la costa, verso Savannah. Lo storico distretto di Savannah è il più grande distretto nazionale storico-urbano registrato negli Stati Uniti ed è possibile riscontrare il suo fascino nelle 21 piazze realizzate nel 1733 e arricchite con statue, fontane e una lussureggiante vegetazione. Fate un tour della città per apprenderne meglio le vicende della sua guerra civile. Qui potrete visitare i principali edifici che ricoprono 3 secoli di stili architettonici, il luogo di nascita di Juliette Gordon Low, fondatrice delle Girl Scouts, per concludere con River Street, ricca di antichi “candy shop” per godere delle deliziose praline per cui la città è rinomata.

La Georgia e del South Carolina offrono tanta storia, cultura e bellezze naturali come in nessun altra zona degli Stati Uniti. Lungo la strada per arrivare a Charleston, che è la nostra prossima meta, troverete la Boone Hall Plantation, una delle più antiche piantagioni attive d’America. La città di Charleston è ricca di luoghi incantevoli, con le sue strade con sampietrini e le colorate casette coloniali, un paio di giorni qui ve li consiglio vivamente.

Lasciato il South Corolina, il viaggio prosegue verso nord, in direzione di Asheville, nel cuore delle Blue Ridge Mountains. Asheville vanta una comunità di artisti in forte espansione, un vibrante centro città e numerose attrazioni storiche come Baltimore, la più grande residenza degli Stati Uniti. Questo castello da 250 camere è stato terminato nel 1895 da George Vanderbil. Le strade panoramiche della Blue Ridge Parkway sono una tappa obbligatoria ad Asheville. Potrete visitare la Grandfather Mountain, la principale  riserva naturale della regione. Oltre ad ammirare gli habitat naturali degli animali e a godersi una breve passeggiata, è possibile testare il proprio coraggio sul ponte oscillante di Mile High Swinging Bridge.

Il viaggio può proseguire verso Nashville, per ammirare sito come come Ryman Auditorium, Grand Ole Opry e il Country Music Hall of Fame, ma anche lo storico studio 8 della RCA dove Elvis Presley e altri cantanti famosi incisero oltre 35.000 canzoni! Dopo cena, godetevi la zona tra Broadway e 2nd Avenue, pullulante di locali di intrattenimento, night clubs, meglio conosciuti in zona come “honky tonks”, tipiche taverne dove si può ascoltare musica e ballare fino a tarda notte.

La tappa successiva non può essere che Memphis. La città in cui, negli anni ‘30, è nata la musica Blues, Country e Gospel. Una visita al museo Rock’n’Soul è una tappa obbligatoria, come del resto anche il tour di Graceland, la maestosa tenuta di Elvis Presley.

Da qua ripartendo verso sud, nello stato del Mississipi, si arriva alla città di Jackson. Jackson è un tesoro nascosto di storia afro-americana e diritti civili. Una volta arrivati qui, potrete fare anche un tour guidato optanto per siti come: l’angolo della libertà (freedom corner) e Farish Street, il distretto storico inserito nel registro nazionale dei luoghi storici. In serata proseguite verso Natchez, una città storicamente importante durante la guerra civile. E’ anche uno dei più tipici centri del Sud con oltre 500 case risalenti al secolo scorso ed un’atmosfera unica di tempi andati, con i suoi negozi, i ristoranti ed i siti storici, come il porto… reso tristemente celebre dalla tratta degli schiavi.

Prima di lasciare la città, visitate la Stanton Hall se potete. E’ una magnifica magione ante-bellum costruita dal mercante di cotone irlandese Frederick Stanton a metà del XIX secolo, dichiarata National Historic Landmark. Da qui potete ripartire alla volta della Cajun Country, terra di grandi paludi e immense piantagioni dei tempi delle prime colonie nordamericane. Non mancate una sosta per una breve escursione tra le paludi e i bayou del nord della Louisiana. Proseguito poi in direzione dello stato della Louisiana per raggiungere la sua capitale: Baton Rouge, che prende il nome dai cipressi dai tronchi rossastri con cui i Nativi Americani delimitavano i loro accampamenti.

La tappa finale di questo viaggio nel sud non poteva che essere la città di New Orleans. Prima di arrivare è impedibile una sosta nell’area di Houma, sul delta del fiume Mississippi, con una serie di canali sovrastati da 52 ponti che la rendono vagamente simile a Venezia. Qui è possibile fare un tour a piedi, seguendo le guide distribuite gratuitamente. Inoltre, sono anche disponibili tour in barche a fondo piatto nelle profonde paludi della bayou, ricche di flora e fauna tipiche della zona, regno incontrastato dei gators, gli alligatori della Louisiana.

New Orleans è la regina incontrastata del Sud Americano, nonché patria del jazz, del blues, del cajun. Da non perdere assolutamente lo straordinario French Quarter, il quartiere francese con le sue tipiche viuzze straripanti di vita e musica dal vivo, Jackson Square, e la mitica Bourbon Street. Visitate la “Big Easy”, che vanta oltre 300 anni di storia, tradizione e delle culture francesi, spagnole ed americane. Da non perdere: il quartiere coloniale di Canal street e le sue maestose case vittoriane, il City Park gli innumerevoli negozi di antiquariato, shopping e musica, seguendo il percorso della St. Charles Streetcar, attraverso il magnifico Garden District.

Vi consiglio di non perdere una Dinner Jazz Cruise sulla SS Natchez, il tipico battello a vapore di New Orleans sul fiume Mississippi, con crociera a bordo e vista spettacolare sulla città, allietati da band che vi accompagneranno durante la cena. Di notte la città si animerà con una varietà incredibile di ristoranti tipici ed internazionali. Bourbon Street, dove i locali sono aperti fino all’alba, animati da musica dal vivo di altissimo livello, dove c’è la mitica Preservation hall, tempio mondiale del Jazz, e dove ci sono  numerosissimi localini di musica cajun e zydeco, blues e rock, jazz e country, qui dovete assolutamente andare prima di lasciare la città. Possiamo dire che New Orlenas ha tutte le carte in regola per regalare un piacevole soggiorno ai suoi visitatori. Una città che si è rimessa in piedi dopo la tragica alluvione che la colpì anni fa.

Ci sentiamo presto, lasciatemi un commento e fatemi sapere se siete mai stati in viaggio nel Sud degli Stati Uniti e cosa vi è piaciuto di più. Grazia.

Grazia

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi

Mobile: 320/4827521 
Email: viaggiarecongrazia@gmail.com
Skype: grazia.24974

Pagina Fb https://www.facebook.com/agenteviaggilastminutetour

 

 

Follow:

8 Comments

  1. October 28, 2019 / 7:52 pm

    I’ve never ventured towards the Southern states but it looks beautiful! I heard the food & culture is so rich…thanks for sharing!

    • Grazia
      October 29, 2019 / 8:27 pm

      È una meta che viene presa poco in considerazione, ma che offre davvero tantissimo.

  2. Erica
    October 29, 2019 / 12:39 am

    Sarebbe un sogno andare in questi posti😍 soprattutto a Graceland. Ma secondo te per chi vorrebbe andare anche a new York sarebbe fattibile fare un viaggio unico e fare una settimana al sud e una a new York.?

    • Grazia
      October 29, 2019 / 8:16 pm

      Ciao Erica, assolutamente sì. On the road nel sud e poi volo da NO a NY. Sarebbe un viaggio meraviglioso

  3. October 29, 2019 / 2:38 pm

    I’ve always wanted to visit the southern states. I’ve made it to New Orleans, but there is so much still to explore.

  4. October 29, 2019 / 2:49 pm

    What an amazing place to visit, I’d love to do it someday. After reading your post I’m feeling very inspired!

  5. October 29, 2019 / 9:24 pm

    This looks like a beautiful place to visit!!

Leave a Reply