Viaggiare con Grazia: Sud Africa

Cape Town

Questa volta la destinazione scelta è in onore di Marina: Il Sud Africa ovvero la Nazione Arcobaleno!
Ci sarebbero tantissime cose da dire su questa immensa nazione, ma cercherò di non essere troppo lunga concentrandomi solo sulle informazioni più importanti.

Nazione Arcobaleno…perché? Perché il Sud Africa è un insieme di habitat diversi, ha diversi paesaggi come la savana, i fiumi, i laghi, gli oceani, i vigneti, fino a giungere alle città cosmopolite. In modo armonico convivono tante etnie che si sono insediate nei secoli passati e questa varietà culturale la ritroviamo nella cucina, nell’architettura, nell’artigianato, nella moda e anche nel design.

Il Sud Africa conta ben 8 siti che sono patrimonio dell’Unesco:

  • Robben Island: la celebre isola nella Table Bay, dove fu imprigionato Nelson Mandela assieme a molti altri eroi della lotta per la libertà e il superamento dell’apartheid.
  • Isimangaliso Wetland Park: uno degli estuari più estesi di tutta l’Africa, un’oasi di straordinaria biodiversità.
  • Cradle of Humankind: a pochi km da Johannesburg questo sito viene  considerato la Culla dell’Umanità, offre una vivida testimonianza dell’evoluzione che la specie umana ha subìto nell’arco di oltre 3,5 milioni di anni, dove sono trovati resti degli antenati degli antenati più primitivi dell’uomo.
  • Parco uKhahlamba-Drakensberg: i più importanti rilievi montuosi del Sudafrica offrono scenari di rara bellezza in un habitat di assoluta unicità, dove si mantengono ancora numerose specie vegetali e ornitologiche che ormai sono  in via di estinzione. Inoltre  sono presenti ampie testimonianze di graffiti e pitture rupestri dell’età primitiva.
  • Paesaggio culturale di Mapungubwe: questo sito, risalente all’età del Ferro, è testimonianza dell’esistenza di un primitivo e articolato sistema sociale precedente all’avvento del colonialismo europeo in tutta l’Africa.
  • Regione Floreale del Capo: il fynbos, vegetazione arbustiva della piccola striscia costiera della Cape Floral Region, una delle più importanti aree di biodiversità floreale al mondo.
  • Cratere di Vredefort: il più grande cratere meteoritico del pianeta risale a 2 milioni di anni fa, quando un gigantesco meteorite colpì la terra.
  • Paesaggio culturale e naturale di Richtersveld: un territorio montagnoso desertico che si trova nel nord-ovest del paese).

Cape Town

Essendo un paese molto grande (4 volte e più l’Italia), ha diversi climi. Le stagioni sono opposte alle nostre, ma si può visitare tutto l’anno grazie a questa sua varietà climatica.

Cosa vedere? Tutto dipende da quanto tempo si ha a disposizione. Puoi visitarlo in una settima, ma puoi anche rimanere fino a 40 giorni on the road. Naturalmente se il tempo a disposizione è solo di 7/10 giorni, ci si può concentrare su alcune zone. Sicuramente Cape Town è da visitare!!! Non solo perché è la sede del Parlamento, ma anche perché è la capitale legislativa del paese africano. E’ la seconda città più popolata del Sud Africa ed è famosa anche per la sua posizione naturale ed il suo porto, ma anche per la Table Mountain e per il Capo di Buona Speranza. Da non perdere anche i numerosi giardini botanici. Ricordate…il tempo necessario per visitare bene la città ed i suoi dintorni è di 4/5 giorni.

Capo di Buona Speranza

Il 90% dei turisti che vogliono conoscere questa zone del Sud Africa partano da qua. La Table Mountain alta 1.000 metri, viene chiamata anche la corona di Cape Town. Spostandoci verso il Capo di Buona Speranza, troviamo la spiaggia dove si trova la colonia dei famosi piccoli pinguini africani, che qui trovano una ricca quantità di pesce fornita dall’Oceano Atlantico, grazie alle correnti fredde che arrivano dall’Antartide. I piccoli animali sono ormai tutt’uno con l’ambiente e permettono all’uomo di avvicinarsi senza averne paura.

Da Cape Town proseguiamo verso est sulla Garden Route, facendo però una prima tappa a Hermanus. Questo è il punto ideale da maggio a novembre per avvistare le balene che in questi mesi migrano. Agosto e Settembre sono i due mesi top per l’avvistamento. Si possono fare escursioni in barca per vederle da vicino, ma attenzione al mal di mare, io vi ho avvisato!

Le balene

La Garden Route è lunga circa 750km parte da Cape Town e finisce a Port Elizabeth. Lungo la panoramica possiamo vedere foreste, coste selvagge, un mix incredibile di ecosistemi. Proseguendo troviamo la regione dei vini: Stellenbosch, Franshhoek e Paarl, sono le località dove possiamo trovare distese di vigneti e numerose cantine aperte per la degustazione. In queste zone ci sono cantine davvero molto grandi che sono dei veri e propri paesi, dove si può non solo degustare i migliori vini del Sud Africa, ma anche alloggiare in hotel, B&B e fare anche shopping.

Franshhoek

Lungo la strada, che è molto suggestiva, troviamo poi delle vie secondarie che rivelano tesori davvero incredibili, come Oudshoorn che è la capitale mondiale degli struzzi. Si dice che qua risiedano il 90% degli struzzi presenti sulla terra ed allora quale miglior occasione per visitare questi meravigliosi e buffissimi animali?

Oudshoorn

Impossibile non ammirare tutte le altre bellezze naturali della zona come la Kangoo Caves. Si tratta di una serie di grotte calcaree situate alle pendici dei monti Swartberg nei pressi di Oudtshoorn.
Per visitare la Garden Route vi consiglio di noleggiare l’auto (ricordatevi la patente internazionale – anche se non è obbligatoria – e la carta di credito). Quattro giorni sono più che sufficienti per ammirare quella che viene considerata tra le più belle strade panoramiche del mondo. Arrivati a Port Elizabeth, si può sostare al Parco Addo, che è il secondo più grande del Sud Africa, ma che può essere un’alternativa al più famoso Kruger. Questo parco viene anche chiamato Elephant Park per le tante colonie di elefanti presenti.

Johannesburg è la città più popolosa dello stato africano, viene chiamata anche città dell’oro. Nel 19° secolo vide il suo pieno sviluppo grazie ai ricercatori del minerale provenienti dall’Europa. E’ il vero centro commerciale dello stato Sudafricano e per anni è stata il simbolo per la lotta contro  l’apartheid. La città vive ancora di numerosi contrasti, da una parte la ricchezza, con eleganti quartieri, ristoranti, divertimenti e negozi alla moda, dall’altra le periferie con baracche e povertà. Nel suo aeroporto arrivano la maggior parte dei voli dal resto del mondo e da qui si può ripartire, dopo una notte di sosta, per il più famoso parco del Sud Africa: il Parco Nazionale del Kruger.

Il parco si può raggiungere percorrendo i 450 km attraverso la Panoramic Route. Lungo la strada ci sono i più suggestivi paesaggi del continente africano:

  • la God’s Window, ovvero l’occhio di Dio. E’ il punto panoramico più spettacolare di tutta la Riserva del Blyde River Canyon;
  • il Blyde River Canyon, il terzo Canyon più grande al mondo;
  • Bourke’s Luck Potholes, formazioni rocciose cilindriche create nel corso di milioni di anni dal movimento rotatorio delle acque del fiume.

E poi finalmente lui…il Parco Kruger.

Parco Kruger

Parco Kruger

Parco Kruger

Parco Kruger

Parco Kruger

Il parco è statale ed è visitabile anche in autonomia. Lungo 360 km e largo 65 è tra i più suggestivi e più belli di tutto il continente africano. Al suo interno potrete vedere tutti gli animali che sogniamo quando ci parlano dell’Africa, dalle giraffe alle zebre, agli ippopotami fino alle gazzelle senza dimenticare i famosi big five: leoni, leopardi, elefanti, rinoceronti e bufali. Naturalmente per vederli tutti e 5 bisogna avere davvero fortuna, non sempre nei safari ciò avviene… ahimè.

All’interno del parco possiamo trovare alloggi di vario genere, dalle tende, ai bungalow con tutti i servizi necessari al loro interno (anche la cucina).  Inoltre ci sono ristoranti, bar, mini market. Nel parco ci sono 4/5 riserve private per concessione dello Stato, ma hanno prezzi davvero molto elevati. Chi entra dai cancelli del Kruger può uscire solo dagli stessi e non può accedere alle riserve private, che troviamo appena fuori dal parco. Queste si possono visitare solo con i ranger, quindi non si possono fare in autonomia. A differenza del Kruger le strade sono sterrate e ci sono alloggi di alto livello anche in mezza pensione (nella quota sono compresi due safari al giorno).

Essendoci i ranger che conoscono molto bene le zone, sono permessi i fuori pista che nel Kruger sono invece vietati. Chi è nelle riserve può accedere al Kruger, ma solo e sempre attraverso i cancelli d’entrate del grande parco. Non ci sono vie di comunicazione tra il Kruger e le riserve. Per come sono amante io degli animali starei tutta la mia vacanza qua ad ammirare queste meraviglie, ma in generale 2/3 notti al parco bastano (per chi non ha molto tempo a disposizione e molto budget) per farsi un’idea di come sia la vera Africa.

Sul Sud Africa ci sarebbero ancora tante cose da dire, tanti parchi di cui parlare, ma diciamo che in linea di massima queste sono le cose più importanti da vedere. E’ un paese dai mille colori, profumi e visioni, ora capite perché lo chiamano il paese arcobaleno per eccellenza?

Vi lascio con un detto del SudAfricano: Mille passi cominciano sempre da uno.

Spero che il post vi sia piaciuto. Vi ricordo che sono a vostra completa disposizione per tutte le info e sono anche qui per rispondere alle vostre domande non solo sul Sud Africa, ma su qualsiasi altra meta amiate e state progettando di visitare. Anzi lasciatemi le vostre richieste…piano piano accontenterò tutti!

Voi andare in Sud Africa? Allora queste offerte ti interesseranno sicuramente, ti aspetto!

Ci sentiamo tra un paio di settimane,

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi on line Evolution Travel

Mobile: 320/4827521 
Email: grazia.spotti@evolutiontravel.it 
Website: www.viaggiarecongrazia.com 
Skype: grazia.24974 

Follow:

16 Comments

  1. October 24, 2017 / 2:18 pm

    Oddio che bello! L’Africa è una delle mie prossime destinazioni della lista d’attesa! Volevamo già andarci per Capodanno ma non ci siamo mossi per tempo e non abbiamo trovato voli a buon prezzo…ma dobbiamo decisamente andarci a fare un safari!!

    • marymakeup
      October 24, 2017 / 3:14 pm

      anche a me piacerebbe tanto andare. Volevo farci il viaggio di nozze, poi mi costava troppo e ho fatto altro, ma per me sarebbe un sogno, anzi spero di realizzarlo presto questo sogno 🙂 Mi raccomando se hai bisogno di qualsiasi consiglio o altro, sentiti con Grazia, lei lo fa per lavoro e saprà aiutarti sicuramente a trovare le offerte migliori 😀

      • October 24, 2017 / 4:22 pm

        Ma alla fine dove eri andata in viaggio di nozze?

        • marymakeup
          October 24, 2017 / 8:08 pm

          Castelli della Loira, posti semplicemente meravigliosi! Poi noi ci siamo sposati a Novembre e quindi eravamo soli soletti…abbiamo dormito nei castelli e siamo stati coccolati come non mai! Ho un bellissimo ricordo del nostro viaggio di nozze, Un giorno ci faccio un post, promesso 😀

          • October 24, 2017 / 10:26 pm

            Chissà che bello! Poi dormire nei castelli spettacolo!

          • marymakeup
            October 24, 2017 / 11:22 pm

            è stato un viaggio davvero molto bello sì 🙂

    • marymakeup
      October 24, 2017 / 3:21 pm

      mi ero dimenticata di aggiungere le offerte di Grazia. Le trovi alla fine del post ;D

  2. October 25, 2017 / 3:35 pm

    Andare in Sud Africa è meno costoso di quanto si pensi. Se vuoi un tour guidato il prezzo è più alto, ma se ami essere indipendentemente puoi noleggiare un’auto e in dieci giorni puoi visitare quello descritto su nell articolo. Se hai solo una settimana si può spezzare il giro e fare solo le mete che interessano di più. Tutto è fattibile nel paese arcobaleno

    • marymakeup
      October 25, 2017 / 10:51 pm

      ecco il commento moderato…da ora in avanti non avrai più problemi (spero).
      Eri finita nello spam 🙂

        • marymakeup
          October 26, 2017 / 3:30 pm

          Adesso vediamo se funziona 😀

  3. October 26, 2017 / 3:31 pm

    È un posto che mi piacerebbe visitare, è fattibile con i bimbi?

    • October 27, 2017 / 8:45 pm

      Ciao scasa il ritardo. Allora se non sono troppo piccoli direi che è assolutamente fattibile. Noleggiando l auto potete fermarvi in base alle loro.esigenze. Anche nel parco è fattibile. I tpur organizzati non sempre accettano i bimbi sotto i 12 anni. Io suggerisco sempre per queste bellissime esperienze , un età in cui i bimbi abbiano un ricordo. Quanti.anni hanno?

      • October 27, 2017 / 8:48 pm

        Scusate la calligrafia, ma dal cell con la tastiera piccina faccio.sempre danni

        • October 28, 2017 / 5:18 pm

          Son piccini… cmq tutto è fattibile, come ti dicevo noleggiando l auto potete gestirli meglio…. però nn ricorderebbero la meravigliosa avventura.

Leave a Reply