Viaggiare con Grazia…Perù

Perù – immagine da internet

Buongiorno a tutti, già conoscete la mia passione per il Sud America e così oggi voglio portarvi in Perù. Terzo stato dell’America latina, il Perù vanta una costa lunga circa 3.000 km e le vette più alte della catena Andina, superando anche i 6.500 mt di altezza. Al confine brasiliano troviamo la foresta Amazzonica e nel mezzo gli altopiani, che tra i 3.000 e 4.000 metri di altezza, ospitano un terzo della popolazione peruviana, dedita all’agricoltura.

Perché andare in Perù? Semplice, perché è un territorio ricco di fauna, flora, storia, cultura, tradizioni e dove si mangia davvero divinamente. Il periodo migliore per visitare il paese è tra Maggio e Settembre. Da evitare i mesi tra Dicembre e Febbraio, perché sono i più piovosi. I restanti mesi sono di equilibrio climatico, quindi possono andare bene. Ma andiamo con ordine.

Lima, la capitale, con i suoi 10 milioni di abitanti è la quinta città più grande del Sud America.  Il centro coloniale della città è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dall’Unesco nel 1991. Tra le cose più importanti da visitare troviamo: Plaza de Armas, la Cattedrale, la Chiesa di San Francisco e le sue impressionanti Catacombe. Si prosegue poi verso la moderna Lima, con visita ai quartieri di San Isidro e Miraflores sino al moderno centro commerciale Larco Mar, da cui si può ammirare una splendida vista sull’oceano Pacifico.

A 4 ore di viaggio da Lima, troviamo La Riserva di Paracas, dove vivono 36 specie di mammiferi, 216 di uccelli e specie ittiche. Il pinguino di Humboldt (in estinzione), l’otaria orsina, il leone marino sudamericano la Sula variegata, pellicani gabbiani ed altre specie di uccelli e animali marini. All’interno della riserva ci sono le Isole Ballestas, chiamate anche le Galapagos Peruviane. Il Perù vanta 1.800 specie di uccelli dai colibrì ai condor delle Ande. Numerose specie di mammiferi dell’Amazzonia: scimmie, bradipi, pecari, lontre giganti, delfini di fiume, formichieri armadilli e sulle montagne numerosi specie di lama, alpaca, vigogna e guanaco.

Perù – immagine da internet

Da Paracas in 3 ore di viaggio arriviamo a Nasca, però prima è d’obbligo una tappa ad Ica. Museo regionale archeologico di Ica, l’Oasi di Huacachina per rilassarsi qualche ora o fare attività di Sand Boarding o Dune Buggy sulle dune. Poi finalmente Nasca e i suoi misteriosi disegni che si vedono solo dall’alto: Linee di Nasca: oltre 13.000 linee vanno a formare più di 800 disegni datati 500-500 d.C.

Da visitare anche:

  • Cahuachi centro cerimoniale della civiltà Nazca dal I fino al VI secolo;
  • Acquedotto: sistema di acquedotti dello stesso tipo costruiti dalla civiltà preincaica dei Nazca circa 1500 anni fa;
  • Museo Antonini

Da Nasca, con 9 ore di viaggio, raggiungiamo Arequipa, con il suo favoloso centro storico dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Proseguiamo il nostro viaggio verso Chivay, con i paesaggi della Riserva Nazionale di Salinas y Aguada Blanca, dove si avvisteranno camelidi sudamericani (vigogne, lama ed alpaca). Mirador di Chucura (Mirador de los volcanes) a quasi 5000 metri, discesa Chivay (3.600 metri slm) fino ai bagni termali a oltre 3.500 metri di altitudine. Lungo la strada per Puno, possiamo ammirare il Re delle Ande: il Condor, siamo a quasi 4.000 mt di altitudine.

Perù – immagine da internet

Perù – immagine da internet

A Puno è d’obbligo la tappa al Lago Titicaca, che il Perù divide con la Bolivia (il 60% del lago è nel territorio peruviano). La visita sul lago Titicaca viene svolta su un’imbarcazione, visitando le isole galleggianti degli Uros e alla tradizionale e folkloristica Isola di Taquile. Volendo si può anche pernottare nei villaggi, ci vuole molto spirito di adattamento, ma credo possa essere una esperienza senza pari.

Lasciamo il sud del Perù e, dopo 10 ore di viaggio verso nord, si arriva a Cusco, da visitare: Plaza Mayor, Templo del Sol o Qoriqancha e mercato di San Pedro. In seguito una visita ai complessi Incas di Qenqo, Tambomachay, Puca Pucara e all’impressionante Fortezza di Sacsayhuamán sono consigliabili.

Da Cusco, antica capitale Inca a 3.400 mt di altezza, partiamo alla scoperta della Valle Sacra e con il trenino e arriviamo a quello che è il simbolo del Perù: Machu Picchu. A numero chiuso, si consiglia di prenotare con molto anticipo la visita al sito archeologico inca meglio conservato, che per la sua particolare posizione è stato scoperto non moltissimo tempo fa (1911).

Machu Picchu Perù – immagine da internet

Il Perù è anche la patria del trekking; dal mitico Inca Trail, che in 4 giorni porta a Machu Picchu, ci sono anche innumerevoli itinerari attorno all’Ausungate e lungo la Cordillera Blanca. Da non perdere la salita sul Vinicunca (m. 5200), la famosa montagna colorata.

Una cosa che potrebbe sorprendere è che in Perù si mangia in modo divino. Nel Paese si trovano circa 3000 varietà di patate coltivate, 35 tipi di mais differenti e 650 specie di frutta! Oltre a questi favolosi ingredienti, la cucina peruviana è poi un perfetto punto di incontro di culture differenti (preincaica, incaica e spagnola, quest’ultima influenzata dagli arabi), che hanno dato vita a quasi 500 piatti tipici.

Spero, come sempre, di avervi un po’ incuriosito. Volete visitare il Perù? Allora non dimenticatevi di consultare tutte le offerte sulla mia pagina. Buona settimana, a presto, Grazia.

Grazia Spotti – Viaggi

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi on line Evolution Travel

Mobile: 320/4827521 
Email: viaggiarecongrazia@gmail.com
Website: www.viaggiarecongrazia.com 
Skype: grazia.24974 

Follow:

15 Comments

  1. marymakeup
    October 1, 2018 / 12:05 pm

    Bello anche il Perù…anche se come sai sono letteralmente impazzita per l’Argentina. Ma lo sai che una mia amica è proprio lì in viaggio di nozze? Che meraviglia!!!!

    • October 1, 2018 / 12:09 pm

      Beata lei… si anche il Perù ha davvero un fascino particolare e tanti tesori da.scoprire

  2. Alicia
    October 2, 2018 / 2:48 am

    South America is so rich in culture! I have not been to Peru, but what you have written sounds amazing! I just went to Argentina a few months ago and loved it. I will be adding more South America stops to my bucket list!

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:03 pm

      Mamma mia Argentina … one of my dreams … who knows. Peru you absolutely must see … history and culture …. a trip different from that in Argentina, but I’m sure it would not disappoint you

  3. Amanda
    October 2, 2018 / 3:22 am

    This looks like an incredible place!

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:04 pm

      It’s really incredible

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:04 pm

      Absolutely agree with you

  4. October 2, 2018 / 3:37 pm

    Peru, and South America in general, is so high on my travel list! I’d love to go hiking and embrace the beauty of such an incredible place. It sounds amazing. 🙂

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:06 pm

      Also present on my wish list … but from Italy they cost a lot

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:09 pm

      funny, magical, fantastic!

  5. October 3, 2018 / 12:27 am

    Il Perú è un’altra delle destinazioni nella mia wishlist, mi attira molto! Credo sia lo stato del sud America che mi attiri di più… Prima o poi…

    • Grazia Spotti
      Author
      October 4, 2018 / 2:08 pm

      Io sono sempre rimasta affascinata da Macchu Pichu, dalle linee di Nasca… trovo che ci sia qualcosa di superiore, come per le piramidi in Egitto e i resti Maya in Messico…

  6. Grazia Spotti
    Author
    October 4, 2018 / 2:00 pm

    Eccomi ragazze , scusate ma ho in vista dei cambiamenti lavorativi ed ero un po’ impicciata.. ora vi rispondo

    Here I am, sorry, but I have a view of the changes in work and I was a little ‘stuffed .. now I answer

Leave a Reply