Viaggiare con Grazia…in crociera

Viaggiare con Grazia…in crociera

In questo week-end sono state varate due navi: la MSC Bellissima e la Costa Venezia, così colgo l’occasione per parlavi di questa tipologia di vacanza, che da noi in Italia negli ultimi 10 anni ha preso davvero piede. Per anni è sempre stata vista come la vacanza per i “vecchietti” in pensione o per i viaggi di nozze… o un tipo di vacanza adatta a chi “ha soldi da spendere”. Sfatiamo questo mito! Forse 20/30 anni fa poteva anche essere così, non era nella nostra cultura e quindi si era scettici a sceglierla per passare una settimana in relax a godersi le meritate vacanze.

Per fortuna oggi le cose sono diverse e questo grazie anche alle compagnie navali che negli anni hanno  modificato non solo le strutture delle navi stesse, ma proprio il prodotto, rendendolo più accessibile a tutti, anche alle famiglie con bambini. Questo ha fatto sì che una nuova tipologia di clientela si avvicinasse a questo genere di vacanza.

La famiglia ha di fatto trovato prezzi molto favorevoli (infatti fino ai 17 anni i bambini non pagano, se non in alcuni periodi) e ci sono attrazioni adatte anche ai più piccoli. Anche molti giovani soprattutto negli ultimi 5 anni, hanno scelto questa vacanza scoprendo un mondo che non avevano mai considerato, infatti in estate ci sono crociere con dj e con stop in porti per chi ama la vita notturna come Ibiza e Mykonos, tanto per citarne alcune tra le mete più ambite.

Ma in cosa consiste una crociera? Ogni giorno le navi toccano città diverse, si vive in stretto contatto anche con 5.000 persone in spazi che, se pur adatti ad un gran numero di clienti, sono comunque ristretti. Le navi sono delle mini città galleggianti, con le proprie regole da seguire. Il primo giorno viene fatta l’esercitazione per l’evacuazione in caso di necessità e tutti devono partecipare seguendo nel dettaglio le istruzioni che vengono date.

Le navi durante la giornata sono attraccate nei vari porti che toccano e si può decidere se scendere o restare a bordo per godersi la nave in tranquillità essendo praticamente quasi vuota. Se si decide invece di scendere lo si può fare in due modi: seguendo le escursioni guidate organizzate dalla nave, oppure per conto proprio. Se si sceglie la seconda opzione bisogna però ricordarsi che ad una certa ora la nave riparte e che, soprattutto, non aspetta nessuno, pertanto se si fa tardi e si perde…in parole povere sono problemi che poi uno dovrà risolvere da solo. Quello che piace di questa tipologia di vacanza è sicuramente la libertà e il poter visitare, in una settimana (che è la durata media delle crociere) diversi posti, venendo a contatto con realtà (anche se per poco tempo) diverse dalla propria.

Se invece uno vuole restare in totale relax sulla nave, si hanno a disposizione davvero tante cose da fare. Se la stagione è quella buona si può rimanere sdraiati al sole a bordo delle diverse piscine (nelle ultime ce ne sono anche 3 o 4) o nell’idromassaggio, che non manca mai. Oppure si può anche fare una partita a mini golf o un’arrampicata sulla parete come dei veri scalatori, è anche possibile fare una partita a basket o fare jogging seguendo i vari percorsi dedicati.

Sei un amante del vero relax? Ecco allora la soluzione ideale è la SPA!! Massaggi, oli, trattamenti benessere, parrucchiere ed estetiste a bordo non mancano. E per chi non vuole rinunciare ad allenarsi tutti i giorni, le meravigliose palestre hanno ogni tipo di attrezzo degno dei migliori centri sportivi, il tutto con vista panoramica sulla distesa del mare (vista che i migliori centri sportivi però non hanno).

Sei un amante dello shopping? A bordo ci sono negozi adatti che rispondono a tutte le esigenze (a non sono proprio economici, quindi attenzione). Ti piace mangiare? Tantissimi sono i ristoranti, nelle navi di “ultima generazione” poi sono stati aperti ristoranti etnici, hamburgherie, pizzerie… insomma c’è una vasta scelta adatta a tutti i gusti e a tutti i palati! E non dimentichiamo che generalmente al piano piscina c’è il ristorante a buffet, aperto praticamente tutto il giorno, dove ad ogni ora si può mangiare e bere qualsiasi cosa.

La sera i ristoranti sono pronti ad accogliere gli ospiti, ma qui vorrei darvi un paio di info importanti. Nel momento della prenotazione in agenzia, in base alle tariffe scelte, si ha la possibilità di scegliere l’orario in cui cenare, che si divide in due turni. Il primo di solito va dalle 18/18.30 fino alle 20, il secondo dalle 20/20.30 fino alle 22 (sulle navi più grandi i turni possono anche essere tre). Come dicevo, in base alla tariffa pagata si può scegliere, altrimenti bisogna prendere il turno che viene dato in automatico. Il tavolo sarà condiviso con altre persone e sarà sempre lo stesso per tutta la durata della crociera. Non si è obbligati a mangiare nel ristorante si può anche decidere di mangiare sempre al buffet. Un’altra cosa da ricordare riguarda le bevande. Quando si acquista una crociera, le bevande non sono mai incluse! Si possono acquistare i vari pacchetti proposti, oppure si può pagare man mano che si consuma a bordo.

Cosa fare la sera? Gli spettacoli, che vengono proposti nel teatro, sono davvero degni di Broadway, ma si può anche decidere di tentare la fortuna al casinò. E per i bambini? Nessuna paura hanno i loro spazi. Ci sono piscine dedicate, angoli per giocare, disegnare, interagire tra loro con ogni tipo di gioco e sono sempre seguiti da personale specializzato, divisi anche per fasce di età.

Non dimentichiamoci che un punto fondamentale nello scegliere una crociera è anche la tipologia di cabina. Sulle navi più “datate” abbiamo tre tipi di cabine: interne, vista mare e balcone. Le cabine interne sono cieche, non hanno sbocchi di luce e se soffrite di claustrofobia è meglio non sceglierle. Quelle con vista mare hanno una finestra che però non si apre, ma vi da comunque la possibilità di osservare il mondo fuori sdraiati sul vostro letto. Le cabine con balcone, come dice la parola stessa, hanno un balconcino con tavolino e due sedie per godersi l’aria e il profumo del mare, comodamente seduti magari con un bicchiere di vino in mano.

Nelle navi di ultima generazione ci sono cabine anche per nuclei famigliari più grandi, con soppalchi e salotti e perché no anche jacuzzi e personale sul balcone privato. In Msc Crociere hanno creato un’area riservata, che si chiama Yacht, dove hanno accesso solo i clienti che hanno questa tipologia di cabina, con servizi privati dal maggiordomo h24, ai ristoranti fino ai locali privati non accessibili al resto della clientela. Hanno creato questo angolo per chi ama la vacanza in crociera, ma vuole un po’ più di tranquillità. Logicamente il prezzo varia in base alla tipologia di cabina scelta.

Un’altra cosa importate da dirvi è che sulle navi le mance sono obbligatorie! lo so che noi italiani abbiamo un senso di nausea quando sentiamo questa parola, ma in crociera funziona così. Come ultima cosa vi spiego velocemente come funziona il pagamento a bordo. Quando si sale sulla nave vengono consegnate le chiavi della cabina, che è come una tessera bancomat “allacciata” carta di credito fornita o che può essere ricaricata con il contante.

Ora non ricordo quale sia la quota minima da versare, comunque ogni volta che viene fatto un acquisto a bordo, verrà “strisciata” la tessera o annotato il numero della vostra cabina ed il giorno prima del termine della vacanza, in camera arriverà una specie di estratto conto con tutti gli acquisti. Gi importi verranno scalati in automatico in presenza di carta di credito altrimenti se avrete ricaricato con il contante, vi verrà restituito quello rimasto che non è stato speso. A bordo non si usano soldi o carte personali per gli acquisti.

Ci sono tante compagnie navali, che tutti giorno solcano ogni angolo della terra. Stare qui ad elencare tutte le offerte sarebbe impossibile. Quindi se avete bisogno di me o di qualche altro consiglio sapete dove trovarmi. Come dicevo all’inizio, la crociera o si ama o si odia, ma se non l’avete mai provata vi invito a farlo, solo così scoprirete se è una tipologia di vacanza adatta a voi.

Ma voi siete mai stati in crociera? A presto, Grazia.

Grazia

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi

Mobile: 320/4827521 
Email: viaggiarecongrazia@gmail.com
Skype: grazia.24974

Pagina Fb https://www.facebook.com/agenteviaggilastminutetour

Follow:

7 Comments

  1. marymakeup
    March 4, 2019 / 1:17 pm

    Allora, se ti dovessi dire che impazzisco all’idea di trovarmi in mezzo al mare di notte….ecco ti direi una fesseria. Non amo troppo questo genere di vacanza proprio per questa ragione in realtà. Non amo le navi, le onde, il mare grosso e le onde anomale. Ecco diciamo che tra aereo e nave preferisco l’aereo…conoscendomi sai che per me volare non è certo una cosa che faccio con estremo piacere eh? Bacio x

    • March 4, 2019 / 1:32 pm

      Molti hanno la tua stessa idea, e molti l hanno anche cambiata provandone una. Altri invece dopo averla provata hanno capito che nn è la.loro vacanza. Io sono molto.curiosa di farla e spero di poterne fare una al più presto. Ne vendo talmente tante che mi pare averne già fatte??

      • marymakeup
        March 4, 2019 / 1:37 pm

        Si si capisco…so che sono case viaggianti, ma io non amo molto le navi, anche se prima o poi la proverò 🙂

  2. Elena
    March 4, 2019 / 2:50 pm

    Ho sensazioni contrastanti riguardo alla vacanza in crociera. Da una parte il pensiero di muovermi e vedere posti diversi mi attira, dall’altra quel “mordi e fuggi” che ti fa visitare tutto ma nello stesso tempo non vedi niente (esempio: Barcellona in poche ore?!!?!) mi lascia molto perplessa.
    Ecco, forse l’unica crociera che davvero mi attira è quella fluviale sul Nilo, che è l’unico modo per poter visitare i vari siti archeologici. Chissà, forse un giorno mi lascerò tentare, ma per ora passo.

    • March 4, 2019 / 5:13 pm

      Anche per me quel mordi e fuggi mi rende titubante, infatti ho.sempre detto che la.farei x andare in.quei posti.che so nn visitero im modo approfondito. Tipo la.Grecia che.nn mi attira molto e nn passerei mai una.settimana a creta o qlc guorno.ad Atene, allora.si la.crociera mi darebbe la.possibilità di visitarla.

  3. March 4, 2019 / 5:25 pm

    Non ho mai partecipato ad una crociera ma credo che almeno una volta nella vita si debba fare come esperienza

    • March 4, 2019 / 9:14 pm

      Lo penso anche io… poi se piace… due tre dieci….ahabababab

Leave a Reply