Viaggiare con Grazia…Hawaii

Vi avevo salutati l’ultima volta con il post finale sugli Stati Uniti, annunciando però che mancava una destinazione: le Hawaii. Sei isole nell’oceano Pacifico, sei perle dal sapore polinesiano, ma dalla modernità occidentale. Sei isole dove la vera protagonista è la natura: Big Island, Maui, Lanai, Molokai, Oahu, Kauai.

L’aria fresca dal profumo floreale, l’acqua del mare calda e tranquilla, la natura rigogliosa di una bellezza mozzafiato, sono lì ad aspettarvi. Sei isole uniche che offrono paesaggi meravigliosi e esperienze diverse. Le Hawaii custodiscono la storia di un antico regno e ospitano l’unico palazzo reale sul suolo americano, ma a catturarvi più di tutto sarà il calore delle sue genti che si integra meravigliosamente con le miti temperature delle sue splendide isole.

Oahu è la terza isola più grande dell’arcipelago, ospita la maggioranza della multietnica popolazione delle Hawaii, dove le diverse culture convivono nei valori radicati e nelle tradizioni del popolo dei nativi hawaiani. Questo contrasto tra antico e moderno rendono Oahu un’isola dai forti contrasti, ma piacevole da scoprire: le acque cristalline di Kailua Beach e i paesaggi  metropolitani di Honolulu, l’architettura storica del Iolani Palace e il memoriale di Pearl Harbor o la grande città di Waikiki.

Pure essendo più piccola di Big Island, la capitale Honolulu trova spazio tra le montagne e il mare. E’ una città cosmopolita con negozi e ristoranti, ma anche con un mix di grattacieli e spiagge bellissime. Nell’isola si trovano inoltre i principali centri politici, economici, finanziari e di comunicazione delle Hawaii. La città merita una visita per la presenza di alcuni luoghi d’interesse turistico come la Statua del re Kamahameha I, la Residenza della Regina Elena, che testimoniano in qualche modo quanto gli antichi sovrani siano ancora amati da queste parti, e la Chinatown.

A sud-est della città c’è il Diamond Head, un cono tufaceo e un cratere formatisi in seguito a una violenta esplosione di vapore. La formazione vulcanica, alta 228 m, si erge alle spalle di Waikiki ed è uno dei punti di riferimento più noti del Pacifico. Waikiki rappresenta il punto di partenza ideale per una visita dell’isola, che non può prescindere dalla visita di Pearl Harbour, località passata alla storia per il feroce attacco sferrato dai giapponesi nel 1941 che segnò l’entrata in guerra degli Stati Uniti. Qui, anche chi non è americano o giapponese, non potrà rimanere insensibile di fronte all’Arizona Memorial, che ricorda le migliaia di caduti di quel fatidico giorno.

La visita dell’isola prosegue con il Golfo di Kaneohne e con la parte settentrionale, sicuramente meno “americanizzata” di quella meridionale, in cui si possono visitare villaggi caratteristici e le Cascate di Waimea. A poca distanza dalla città si trovano spiagge incantevoli, baie cristalline, montagne increspate e vallate ricoperte da piantagioni di ananas. Le spiagge più rinomate per praticare surf sono: Banzai Pipeline, Sunset Beach e Makaha; l’isola offre spiagge particolarmente adatte per il windsurf come Kailua Bay, per lo snorkelling come Hanauma Bay e per esplorazioni subacquee come Three Tables e Shark’s Cove. Suggerita anche la visita del Polynesian Cultural Center, per scoprire la storia, le tradizioni e i miti di questo popolo. Le sue spiagge sono famose tra i serfisti di tutto il mondo, se sei pronto per imparare, le calme acque di Waikiki Beach sono il posto ideale per iniziare. Puoi ancora trovare i veri Waikiki Beach Boys che divertendosi danno lezioni di surf ai turisti.  Ci si può iscrivere per una lezione presso gli stabilimenti balneari lungo le spiagge di Kuhio e Waikiki.

Prendendo un volo interno si atterra a Maui, che offre resort e alberghi di ogni dimensione e budget, le località più rinomate sono Kapalua, Kaanapali, Lahaina, Kihei, Wailea, Makena e Hana. Il lato occidentale o sottovento, è il lato più secco dell’isola e offre spiagge bellissime di fama mondiale, tra le quali la mitica spiaggia di Kaanapali. West Maui è anche sede della storica cittadina di Lahaina. Maui offre così tanto da vedere e da fare che è consigliato pianificare in anticipo, il tempo a disposizione. Potete iniziare con una escursione alla Iao Valley e alla cittadina storica di Lahaina. L’isola di Maui, seppur meno popolosa di Oahu e meno grande di Big Island, rappresenta sicuramente una meta di assoluto fascino, sia per gli amanti della natura, in quanto su di essa si trova l’Haleakala, il cratere spento più largo del mondo, sia per gli amanti dello sport, in quanto l’isola è da sempre un paradiso per i surfisti, che grazie alle larghe spiagge e alle imponenti onde da decenni accorrono numerosissimi in questa isola per praticare il loro sport preferito e competere tra di loro.

Il lato sottovento dell’Haleakala, umido, accidentato e coperto da una magnifica e lussureggiante vegetazione, è costeggiato dalla Hana Highway, una rinomata strada costiera che passa accanto a cascate e attraversa tratti di giungla tropicale e pacifici centri agricoli. Interessanti le escursioni che si possono compiere alla Polipoli Spring State Recreation Area, nella riserva forestale di Kula.

Con un altro volo arriviamo a Kauai, la quarta isola per dimensione delle Hawaii, chiamata anche “Isola Giardino”, in effetti è una descrizione del tutto appropriata. L’isola più antica e più settentrionale della catena delle Hawaii è drappeggiata da vallate color smeraldo, catene montuose e scogliere frastagliate. Secoli e secoli di storia hanno creato foreste pluviali e tropicali dove si biforcano fiumi e cascate. Alcune aree di Kauai sono accessibili solo via mare o per via aerea, rivelando viste mozzafiato che vanno oltre ogni possibile immaginazione.

Al di là dell’indiscutibile e struggente bellezza, l’isola offre una varietà di attività all’aria aperta che la rendono unica. La costa settentrionale di Kauai è famosa per il paesaggio spettacolare. Una stretta strada tortuosa conduce fino in fondo all’isola dove ci incamminiamo per il famoso Kalalau Trail in quota sulle scogliere sopra l’oceano: da qui si godono viste splendide. Il pomeriggio si può scegliere se passeggiare nei bei Limahule Botanical Gardens (ingresso a pagamento) e/o fare una nuotata in una delle famose belle spiagge di sabbia bianca, oppure cercare di avvistare gli uccelli costieri e oceanici nella vicina riserva naturale.

A Kauai troviamo il  Waimea Canyon “il Grand Canyon del Pacifico”. Sia il colore rosso intenso che le dimensioni del canyon sono stupefacenti. Partendo presto la mattina giungerete a dei punti panoramici di grande bellezza sopra la selvaggia costa settentrionale a 1.200 metri d’altitudine per poi iniziare l’escursione attraverso uno dei luoghi più umidi della terra, l’Alakai Swamp. E’ uno dei posti più remoti delle Hawaii, famoso per l’abbondante vegetazione endemica. Se avete tempo vi consiglio di fare un giro in elicottero lungo le sue coste, per molti è considerato il giro in elicottero più bello al mondo.

L’isola di Hawaii  o Big Island offre al visitatore esperienze uniche anche grazie alla grande varietà di zone climatiche e al forte contrasto naturalistico tra le montagne innevate durante la stagione invernale e le spiagge di sabbia nera, la voglia di avventura e di scoperta pervade i visitatori che vi si recano per la prima volta. La maggior parte dei visitatori arrivano al Kona International Airport a ovest, ma l’Hilo International Airport ad est è il più vicino all’Hawaii Volcanoes National Park, assolutamente da non perdere (patrimonio dell’Umanità) dove potrete ammirare uno spettacolo indimenticabile.

Tra tutte le isole, Hawaii è famosa per l’atmosfera di autenticità, avendo conservato gran parte delle caratteristiche e della cultura hawaiane originarie. Non solo è di gran lunga la più grande delle isole Hawaii, ma è anche la più varia e vi si trovano vulcani attivi, vasti litorali con sabbia bianca, nera e verde, foreste pluviali, immense cascate, deserti di lava e sorgenti oceaniche calde potrete andare alla scoperta di posti poco noti, fare escursioni verso spiagge remote piene di tartarughe marine e al centro di un vulcano attivo dove, con un po’ di fortuna, potrete avvicinarvi molto alla lava.

Si può visitare l’arida Kohala Coast, fermandosi a Puukohola e Lapakahi, dove si trovano antichi templi hawaiani, in cui avvenivano sacrifici umani. Un’altra interessante escursione è la fantastica “City of Refuge” o “Pu’uhona O Honaunau” National Historical Park, dove si può ammirare un perfetto villaggio polinesiano arroccato sopra scogliere di lava. Proseguendo per la regione del bestiame di Waimea fino alle famose e splendide Akaka Falls, si percorrono foreste con sentieri coperti di orchidee e per il villaggio pittoresco di Hilo.

La sera vi consiglio una bellissima escursione a Mauna Kea, la montagna più alta delle Hawaii (4.025 m sul livello del mare, e se misurata dal fondo dell’oceano, 10.000 m!). Mauna Kea è uno dei 5 “punti caldi” delle Hawaii e, grazie al cielo limpido, uno dei migliori posti al mondo per l’osservazione astronomica. Una strada ripida e accidentata porta alla sommità della montagna, dove si trova la rara tundra alpina tropicale con tanto di permafrost e, in alcuni mesi dell’anno, persino la neve. Si può arrivare fino all’Onizuka Visitor Center a 2.800 m, dove di notte i ranger tirano fuori i telescopi per ammirare il cielo stellato. E ancora il Volcano National Park e le zone circostanti, alle pendici del Mauna Loa, il più grande vulcano a scudo al mondo. La caratteristica di questo parco nazionale è che si trova sul vero e proprio “punto caldo” da cui hanno origine le isole, con un’attività vulcanica incessante ed eruzioni continue.

I sentieri si snodano tra imponenti crateri inattivi, ripidi terrapieni da cui fuoriescono gas sulfurei e tunnel di lava ricoperti di felci. E’ un paesaggio veramente primordiale, selvaggio e ancora in evoluzione. Le  passeggiate diurne vi porteranno lungo il Kilauea Crater’s Rim, coperto da foreste tropicali nebbiose di felci arboree e di ohia, pianta spontanea. I panorami sono spettacolari. Scendete poi al centro del regno di Pele, attraversando il buio Thurston Lava Tube. Ogni anno la lava viscosa che fuoriesce dal camino più attivo, il Pu’u ‘O’o, sceglie un percorso diverso per scendere verso l’oceano. Se la colata è all’interno del parco, dovrete tornare nel parco, dove i ranger conducono le passeggiate notturne verso le colate di lava. Se invece la colata è all’esterno del parco, vi consiglio di prendere una guida locale che vi porti in sicurezza il più vicino possibile alle colate. Come ultima escursione ad Hawaii vi suggerisco di andare a  Punaluu Beach, una famosa spiaggia di sabbia nera, dove si trovano le tartarughe.

La quinta isola più grande delle Hawaii, Molokai è lunga solo 38 miglia e larga 10 miglia nel suo punto più largo e ospita scogliere tra le più alte al mondo e una lunga barriera corallina. Molokai rimane fedele alle sue radici insulari, con un’alta percentuale della sua popolazione di origine nativa hawaiana che continua a preservare lo stile di vita rurale grazie all’amore per la propria terra. Che tu sia accompagnato da una guida lungo le scogliere che conducono al Parco nazionale di Kalaupapa o alla scoperta della spiaggia di Papohaku, una delle più grandi spiagge di sabbia bianca delle Hawaii, Molokai si svelerà davvero come un’isola imprevedibile. La costa meridionale ospita la barriera corallina continua più lunga delle Hawaii. Ricca di corallo naturale “finger”, corallo sassoso e un’abbondanza di pesci di barriera, questo è un posto fantastico per lo snorkeling e le immersioni subacquee per quando calme sono le acque.

Ed infine abbiamo Lanai. La più piccola isola abitata delle Hawaii, Lanai offre grandi attrattive ai suoi visitatori. L’isola si trova a solo nove miglia da Maui eppure visitandola si ha la sensazione di
essere in un mondo lontano. A Lanai ci si può rilassare in lussuosi resort dai servizi di altissimo livello e lasciarsi coccolare dalla cordiale ospitalità dei suoi abitanti oppure vivere un’avventura straordinaria lungo le scoscese strade secondarie dell’isola su un veicolo a 4 ruote motrici per esplorare tesori fuori dai sentieri battuti. La promessa di Lanai è quella di offrire serenità, avventura e privacy.

Come avrete potuto notare le Hawaii sono davvero una delle mete più complete per una vacanza. Per chi ama il mare, per chi ama la montagna, per chi preferisce il trekking o fare snorkeling, o la vita notturna oppure semplicemente la tranquillità. Queste isole sono davvero un mix interessante dove però la vera protagonista rimane sempre lei: la natura. Alla prossima isola! Grazia

Grazia

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi

Mobile: 320/4827521 
Email: viaggiarecongrazia@gmail.com
Skype: grazia.24974

Pagina Fb https://www.facebook.com/agenteviaggilastminutetour

Follow:

12 Comments

  1. February 10, 2020 / 10:40 pm

    You take such incredible photos. I really want to travel to Hawaii one day.

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:40 pm

      Chissà dal vero come sono belle le Hawaii

  2. February 11, 2020 / 12:07 am

    These pictures look incredible. We’re planning a trip there next summer!

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:44 pm

      Te lo auguro davvero tanto

  3. February 11, 2020 / 4:17 am

    Hawaii is SO on my bucket list. Looks absolutely amazing!

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:43 pm

      Anche nella mia lista.. Ma di quei sogni irraggiungibili hahaahah

  4. February 11, 2020 / 5:05 am

    My husband and I went to Kauai last June and loved it! So, so beautiful.

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:43 pm

      Wow che fortuna! Splendida vacanza

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:42 pm

      Già e poi offrono davvero tanto al visitatore

  5. Kayvona Branson
    February 11, 2020 / 10:37 am

    Wow such a beautiful place! My daughter is 6 and says she wants to visit Hawaii, I have to show her this!

    • Grazia
      February 12, 2020 / 12:41 pm

      La tua bimba ha ragione!! Mamma portami alle Hawaii

Leave a Reply