Viaggiare con Grazia…Crociera sul Nilo

Egitto – immagine da internet

Ciao a tutti, oggi vorrei parlarvi di una vacanza che finalmente dopo anni di stop, sta tornando alla grande: la crociera sul Nilo. Non è un mistero che io ami questa terra, la sua storia, il suo mare, i suoi luoghi magici e misteriosi. Io penso che l’Egitto sia avvolto da un mistero, legato alle sue più grandi opere meravigliose che si possono ammirare facendo una bellissima crociera sulle acque del suo fiume: il Nilo…che dà vita a tutto ciò che incontra.

Egitto – immagine da internet

Finalmente la paura per questa terra sta passando e anche i tour operator, e non solo italiani, stanno riproponendo l’Egitto. La crociera attraversa i luoghi più importanti della storia egiziana, facendoci toccare con mano un passato che è ancora avvolto dal mistero e che ogni giorno viene scoperto grazie ai numerosi scavi che riportando alla luce opere di immenso valore.

Partiamo da Il Cairo, dove di solito ci si ferma almeno un paio di notti. Io consiglio di farlo prima della crociera (in alcuni casi la capitale egiziana non viene messa nell’itinerario). Il Cairo, la capitale, è una città enorme che custodisce le scoperte più importanti di un popolo fiero del proprio passato. Il Museo Egizio raccoglie le scoperte più importanti e i tesori più belli trovati nelle tombe dei faraoni. Sicuramente la tomba di Tutankamon è la più ricercata e visitata. Non solo gioielli e talismani, ma anche le numerose mummie, di cui gli antichi egizi erano maestri. Io ci passerei dei giorni qua dentro, ad ammirare queste meraviglie che raccontano secoli di storia.

Egitto – immagine da internet

Egitto – immagine da internet

Lasciato il museo, la tappa fondamentale de Il Cairo è la piana di Giza. All’entrata della necropoli, troviamo la Sfinge a proteggerla.  Una scultura in pietra calcarea raffigurante un leone con la testa di un uomo che veglia sulla città antica. Ed eccole li che spuntano le opere più famose dell’Egitto e del mondo…le tre Piramidi. La Piramide di Cheope, l’ultima delle sette meraviglie antiche arrivata ai nostri giorni insieme alle due più piccole: Chefren e Micerino.

Egitto – immagine da internet

Egitto – immagine da internet

Egitto – immagine da internet

Si pensa che le Piramidi siano state le tombe dei faraoni, ma ad oggi conosciamo solo una piccolissima parte di esse e dei loro segreti e quello che è ancora un mistero è come abbiano fatto a costruirle. Ed è questo che io amo di questa terra: il mistero. L’Egitto mi affascina e mi fa pensare a cose non “umane”. Qualcosa o qualcuno deve essere intervenuto per poter fare tutto ciò, ma questo è un mio pensiero.

Dopo il salto nella storia, cos’altro si può fare in città? Beh un giro al mercato per lo shopping o una visita alle moschee e poi magari mangiare in qualche ristorantino tradizionale. Questo è sicuramente il modo migliore per salutare questa megalopoli africana che guarda al futuro senza dimenticare un passato che li ha resi davvero unici. Prendiamo un aereo e voliamo a Luxor, da dove può avere inizio la crociera sul Nilo.

A Luxor, l’antica Tebe, si può visitare il complesso templare di Karnak o Grande tempio di Amon, con statue e basso rilievo, arrivate ancora intatti ai giorni nostri. Centro culturale e religioso è un museo a cielo aperto ben conservato, dove ogni giorno arrivano visitatori da ogni parte del mondo.

Proseguiamo la navigazione arrivando nella Valle delle Regine, luogo dove venivano sepolte le consorti dei faraoni, tra cui Nefertari, probabilmente la regina più famosa. Proseguendo poi per la Valle dei Re, troviamo le tombe dei faraoni. La visita prosegue poi per Edfu, dove il tempio di Horo, accoglie i visitatori con due eleganti statue del Dio-falco Horus, statue in granito nero che fiancheggiano l’ingresso al pilone e che conducono ad un ampio colonnato e alla prima sala ipostila. La visita prosegue poi per Kom Ombo, che nella mitologia egizia era il dio delle inondazioni del Nilo e della fertilità.

Egitto – immagine da internet

Egitto – immagine da internet

Egitto – immagine da internet

La notte prosegue sulla nave cullata dalle acque calme del grande fiume, per arrivare la mattina seguente a Aswan. Cittadina di 200 mila abitanti, che ospita la grande diga alla quale viene dedicata una visita. Ad Aswan possiamo ammirare il tempio di Philae, una struttura elaborata e sacra essendo il luogo di sepoltura di Osiride, un mitico Re, considerato l’inventore dell’agricoltura e della religione, nonché un benefattore. Con il tempo a disposizione, ci si può rilassare con una gita in feluca, la barca a vela simbolo del Nilo, che scivola sulle acque di questo fiume per regalarci un’esperienza unica.

La nave prosegue lenta durante la notte per arrivate ad Abu Simbel un immenso complesso archeologico, composto da due enormi templi in roccia, detti anche templi rupestri, dove 4 statue del faraone Ramses II, accolgono i visitatori. Con la costruzione delle grande diga, per evitare che venisse sommerso dalle acque, il tempio fu alzato di qualche metro.

Di solito la crociera termina qua e si riprende il volo per Il Cairo o per Luxor per tornare a casa, o passare qualche giorno al mare, sulle spiagge del Mar Rosso. Io spero di poterci ritornare presto in questa terra magica. Se ancora non lo avete fatto, prenotate subito questa vacanza perché io vi assicuro che vi lascerà ricordi indelebili nel cuore.

Come sempre vi invito a visitare le pagine dell’agenzia Last Minute tour Bra e Viaggiare con Grazia.
Buona settimana a tutti!

Grazia Spotti – Viaggi

 

Maria Grazia Spotti
Consulente di viaggi

Mobile: 320/4827521 
Email: viaggiarecongrazia@gmail.com
Skype: grazia.24974 

Follow:

9 Comments

  1. marymakeup
    November 13, 2018 / 8:20 pm

    Io ho dei sentimenti davvero contrastanti su questa magica terra. Se da un lato sono curiosa ed incuriosita come te, da questa terra, dall’altra non mi esalta il passare una vacanza in un villaggio, dove non poter bere acqua e mangiare certi determinati alimenti. Io praticamente morirei di fame. Ma prima di morire, voglio vedere le piramidi, quello sì:D

    • November 13, 2018 / 8:41 pm

      Ma nooo, perché non potresti bere acqua? Per il mangiare ti posso assicurare che soprattutto nelle strutture con impronta italiana , c è un occhio di.riguardo x tutti. È un paese meraviglioso

      • marymakeup
        November 13, 2018 / 10:41 pm

        non lo metto in dubbio…io mi baso sui racconti che mi hanno fatto! Guarda io ho preso la dissenteria anche a Barcellona quindi hahahahahh

  2. November 13, 2018 / 10:23 pm

    These pictures are phenomenal! A total dream. Each one looks straight out of a picture book! 😍

  3. November 14, 2018 / 5:33 am

    I would love to do a cruise like this down the Nile and see the sights! I’ve always been fascinated by this ancient land and it’s mythology.

  4. Elena
    November 14, 2018 / 9:15 am

    La crociera sul Nilo è una di quelle cose che mi piacerebbe fare… chissà. Da bambina volevo fare l’egittologa, e mio figlio sa TUTTOTUTTOTUTTO su Tutankhamon. Chissà…

  5. November 14, 2018 / 3:59 pm

    This looks like a great adventure to go on! I am definitely adding this to my “Must visit” places. And the pictures are amazing as well!

  6. November 14, 2018 / 5:31 pm

    This looks awesome. I think it would be a great way to see the sights.

  7. November 14, 2018 / 7:28 pm

    Egypt has been on my travel bucket list for years! I’ve always wanted to see the pyramids and experience the culture!

Leave a Reply