Tulipark – l’Olanda a Roma?

Tulipark Roma

Oggi vi parlo della mia esperienza al Tulipark di Roma dove io e mio marito siamo stati all’inizio di Aprile. L’idea a dire il vero è molto bella e non posso dire che la mia esperienza è stata del tutto negativa, ma…

Prima di procedere con i ma, voglio parlarvi di come funziona questo parco:

  • il TuliPark è un giardino fiorito u-pick in stile olandese dove si possono raccogliere i tulipani, per realizzare un bouquet personalizzato. Ce ne sono (?????) oltre 300.000, di 75 varietà diverse. Per accedere al parco sarà necessario acquistare il buono d’ingresso che include N. 2 tulipani al costo di € 3.50 dal lunedì al giovedì e di € 5 dal venerdì alla domenica. Si possono raccogliere tulipani extra al costo di € 1.50 cad.

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Io personalmente non ho visto questi 300.000 tulipani di cui si parla e anzi, trovo che quando ho letto sul sito di Tulipark stamattina, non corrisponda davvero alla verità, per quello che mi riguarda ovviamente.

Questo quanto c’è scritto sul sito oggi:

  • Prima di tutto vi ringraziamo per l’adesione entusiastica alla nostra iniziativa. Abbiamo lavorato tanto, sono stati mesi di duro lavoro al campo. Abbiamo combattuto la neve che è caduta a Roma, cosa oramai rara e insolita nelle nostre zone, facendo posticipare l’apertura di 2 settimane. Nei giorni a seguire quando i tulipani erano già in uno stato avanzato è arrivata pure la grandine, che facendoci preoccupare molto rischiando di rovinare i nostri 300.000 tulipani, alcune foglie si sono bucate e ammaccate. Fortunatamente i nostri tulipani hanno resistito alle intemperie. Il 30 marzo 2018 finalmente un tappeto di colori era pronto per regalare emozioni coinvolgendo tutti nella raccolta dei tulipani con appunto metodo u-pick (Tu cogli)!

Noi siamo stati al parco la prima settimana di Aprile come vi dicevo e vi posso assicurare che i tulipani erano in pessime condizioni ed anche il campo era in delle condizioni non presentabili ad un pubblico che paga comunque un biglietto d’ingresso. Abbiamo pagato ben 10 Euro per entrare e per non vedere niente o quasi. Già dai primi metri ci siamo resi conto che non avremmo visto quello che ci aspettavamo. Capisco la neve, capisco la grandine, capisco tutto, ma quanto meno rimuovere le erbacce attorno ai tulipani mi sembra in minimo in un campo che si chiama appunto Tulipark, no?

Ma andiamo avanti…

  • Un successo inaspettato che solo nei primi giorni d’apertura già migliaia di visitatori riempivano tulipark! Ci sono stati giorni in cui siamo stati amareggiati perché alcuni visitatori non hanno rispettato in un certo senso il nostro lungo lavoro per la realizzazione del parco, le meraviglie del campo e la natura perché buttavano i fiori raccolti. Cosa è successo? Spesso venivano raccolti (come previsto) e poi gettati o abbandonati nelle file o addirittura rinterrati! Perché? Forse il colore scelto inizialmente non era quello che volevano oppure in altri casi pur di raccogliere tulipani con il bulbo provavano a sfilare più tulipani affinché uscisse quello annesso. Per questo motivo abbiamo introdotto subito una regola dove abbiamo imposto di portare a casa solo i fiori e nel caso uscisse fuori anche il bulbo sarebbe stato tagliato nei gazebo incarto. Quindi, niente bulbi per nessuno!

Quello che avete appena letto è un comunicato ufficiale da parte del Tulipark, scritto ahimè in un Italiano veramente imbarazzante, ma sorvoliamo su questo e andiamo avanti. Ora, chi porta avanti un progetto come questo, si deve assicurare di avere personale a sufficienza per controllare i visitatori, mi sembra il minimo no? Noi abbiamo trovato solo una ragazza all’ingresso che ci ha detto come dovevano essere raccolti i tulipani (senza nessuna dimostrazione pratica – quindi di cosa vi lamentate dopo n.d.r.) e dopo una breve intro (circa 30 secondi) ci ha lasciato girare liberamente per il campo, dove non c’era un cartello neanche a pagarlo oro….quindi ti trovavi in un campo con erbacce e qualche tulipano sopravvissuto e dovevi capire tu quello che avevi davanti agli occhi. Ma come si fa? Tanti, come me, non hanno il pollice verde e quindi hanno visto solo un’accozzaglia di colori tutti in fila e vi assicuro che in alcuni punti non c’era nemmeno un tulipano da osservare.

  • Nel frattempo sono state instituite delle guide spiegando la raccolta dei tulipani, avendo cura dei fiori e di essere certi prima della raccolta! Uno spettacolo fiorito per 22 giorni ha reso la nostra idea un successo che ha portato felicità a grandi e piccini, una soddisfazione immensa per noi organizzatori che ha ripagato i nostri sacrifici con la gioia che abbiamo visto in voi portando i vostri fiori preferiti a casa dopo la vostra giornata trascorsa all’interno del parco fatta di fotografie e bouquet personalizzati! Un ringraziamento particolare va a voi, cuore del progetto come sostenitori e per la partecipazione entusiastica alla nostra iniziativa! La prima edizione di Tulipark finisce qui e impazienti dovrete aspettare l’anno prossimo! Ci vediamo in primavera 2019!!!

Ancora una volta sorvoliamo sulla grammatica perché io davvero non ho parole! Ma qualcuno ha riletto quello che è stato scritto? Quindi magari prima della Primavera del 2019 accertatevi che chi scrive per voi sia Italiano e conosca la nostra lingua. Io questo spettacolo non l’ho visto e a dire il vero ci sono rimasta anche male, avendo letto delle recensioni fantastiche sul Tulipark.

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Tulipark Roma

Il progetto mi piace, sicuramente all’apertura il parco sarà stato diverso da quello che ho visto io, non lo metto in dubbio, ma allora bisogna cambiare qualcosa da qui alla primavera del 2019, perché il Tulipark non è aperto 12 mesi l’anno e per il solo mese di apertura (o poco più) deve essere in grado di regalare a tutti i visitatori le stesse emozioni.

Il campo deve essere maggiormente curato, l’introduzione di cartelli mi sembra il minimo, così come di personale di sorveglianza ed accoglienza in giro per il terreno, che dimostri come si colgono in maniera corretta i tulipani e che parlino con i visitatori. Io non ho colto i tulipani da terra, prima di tutto perché erano tutti rovinati e non sarebbero arrivati nemmeno alla macchina, poi perché – onestamente – avevo paura di fare danni, quindi ho preso i miei 2 tulipani (4 in realtà, visto che eravamo io e mio marito) al banco prima dell’uscita.

Eccoli:

 

 

Una nota assolutamente positiva è che il parco è anche Pet Friendly, quindi noi lo abbiamo visitato in compagnia di Mia e Lady. Ora per finire, il progetto è nuovo, ci sono delle cose da cambiare e migliorare sicuramente, ma io il prossimo anno sarò di nuovo in questo parco, magari all’apertura e spero quindi di poter scrivere un pezzo completamente diverso nel 2019!

Marina x

 

Follow:

19 Comments

  1. divalady83
    May 17, 2018 / 2:54 pm

    Purtroppo quest’anno non sono riuscita ad andare ma l’anno scorso ero andata in un giardino simile “Tulipani Italiani” a Cornaredo vicino a Milano. Un posto splendido, all’ingresso una ragazza radunava un pò di persone e spiegava come cogliere correttamente i tulipani. dentro una distesa di fiori magnifica davvero tutto molto ordinato e pulito. Purtroppo c’è sempre gente maleducata che strappa i bulbi a caso , ma nel complesso è stato un bel pomeriggio. Tra l’altro loro organizzatissimi avevano predisposto delle buste di plastica con l’acqua alte e strette per il trasporto dei fiori!

    • marymakeup
      Author
      May 17, 2018 / 4:03 pm

      guarda io spero che il prossimo anno sia un’esperienza diversa….

  2. Irene
    May 17, 2018 / 3:55 pm

    Magari l’esperienza di quest’anno porterà consiglio.
    Bella iniziativa!

    • marymakeup
      Author
      May 17, 2018 / 4:03 pm

      sai che sono positiva…il prossimo anno andrà meglio sicuramente x

  3. Alexandria
    May 17, 2018 / 4:28 pm

    It’s so pretty, love the flower photos!

    • marymakeup
      Author
      May 17, 2018 / 7:08 pm

      Flowers are always lovely x

    • marymakeup
      Author
      May 17, 2018 / 5:56 pm

      yes and no as I said in the post 🙂

  4. May 17, 2018 / 10:14 pm

    Wow è orribile, adoro i tulipani, sono i miei fiori preferiti ma questo posto decisamente non vale un centesimo. Onestamente non lo conoscevo ma almeno ora so di doverlo evitare

    • marymakeup
      Author
      May 17, 2018 / 11:34 pm

      Confido in un miglioramento il prossimo anno 😀

  5. Tabbie
    May 17, 2018 / 11:49 pm

    Seems like a lovely concept. I do love that they are pet friendly at least!

    • marymakeup
      Author
      May 18, 2018 / 11:03 am

      yep, this is something really good 😀

  6. Jereann Zann
    May 18, 2018 / 4:18 am

    Hopefully there will be an improvement next year! I’ve never been to a upick tulip garden before and the idea has so much potential.

    • marymakeup
      Author
      May 18, 2018 / 11:04 am

      Yep the idea has so much potential as you said, but they have to change a lot f things by next years…

  7. May 18, 2018 / 7:22 am

    Such beautiful flowers! I was never much of a tulip fan until this year. I feel like i finally realized how pretty they are!

    • marymakeup
      Author
      May 18, 2018 / 11:07 am

      Yes they’re lovely and I didn’t know there are more than 75 types of tulips in the world, how amazing is that? x

  8. Shana
    May 18, 2018 / 2:54 pm

    This looks like a beautiful place to visit! I love all of the flowers!

  9. May 18, 2018 / 4:14 pm

    These flowers are so gorgeous! Tulips are a sign of Spring!

  10. Becca Wilson
    May 18, 2018 / 9:07 pm

    These looks like it is such a great place to visit. All of those flowers are so very beautiful.

Leave a Reply