Stralessandria per Borsalino. Su il cappello!

StraAlessandria 2018

Ciao a tutti! Oggi voglio per un attimo uscire dal mio territorio di competenza per raccontarvi una cosa bella che da ben 23 anni succede nella mia città: Alessandria. Ogni anno, più o meno in questo periodo, si svolge la STRALESSANDRIA: una corsa competitiva e non per le vie del centro cittadino.

Quella del 2018, che si è tenuta venerdì 11 Maggio, è stata la ventitreesima edizione e ha visto la partecipazione di oltre 7.000 persone, di cui una parte hanno disputato una vera e propria gara con il loro bel numerino appuntato sulla maglietta, e una parte, la più numerosa, ha semplicemente colto l’occasione per fare una bella passeggiata di 6 km per le vie della città in una serata non troppo calda né troppo fredda, perfetta per fare due passi.

Gente di ogni provenienza e di tutte le età a piedi, in bici, con i rollerblade, con i bastoni da nordic walking, famiglie con passeggini, bimbi col monopattino, cagnolini e cagnoloni al guinzaglio, intere scolaresche organizzate in gruppo per l’occasione, e chi più ne ha più ne metta: non è stata una corsa, è stata una festa!

Il luogo di partenza, come da tre anni a questa parte, è stato il Ponte Meier, che unisce le due sponde del fiume Tanaro e ha sostituito da qualche anno il vecchio ponte che univa la città alla nostra amata Cittadella, tra i luoghi più amati del FAI: una meravigliosa fortificazione del XVIII secolo dalla caratteristica forma di stella, attiva con mansioni militari fino a pochi decenni fa. Non tutti lo sanno, ma è proprio qui che, il 10 Marzo 1821, la bandiera Tricolore ha sventolato per la prima volta.

Ponte Meier – Alessandria

Cittadella

Il motto della manifestazione è proprio “Uniamo le Sponde” e vuole sottolineare l’impegno della città a valorizzare le proprie diversità come ricchezza. Questo impegno viene mantenuto anche in maniera concreta, il ricavato della manifestazione, infatti, servirà a finanziare progetti di solidarietà attiva nella nostra comunità cittadina: per una proposta di recupero urbano e rivitalizzazione di una parte del centro storico della città; per l’integrazione lavorativa della popolazione richiedente asilo e per la cooperazione internazionale con la Cambogia e la Tanzania.

La gran parte dei fondi raccolti per queste iniziative arrivano dalla vendita delle t-shirts ufficiali dell’evento, sulle quali quest’anno campeggia il profilo di un cappello da uomo. E qui i non alessandrini si chiederanno: che c’entra un cappello? Dovete sapere che Alessandria è la patria della marca di cappelli più famosa al mondo: Borsalino.

Quando il cappello era un accessorio irrinunciabile in ogni outfit ed era simbolo di benessere ed eleganza, un Borsalino era quanto di meglio si potesse desiderare. I cappelli più famosi del cinema sono Borsalino: vi dicono qualcosa Charlie Chaplin, i Blues Brothers, Indiana Jones?

Negli anni purtroppo la moda dei cappelli è andata scemando ed ora l’azienda è in grosse difficoltà e rischia di chiudere. Quel cappello disegnato sulla maglietta della Stralessandria, con l’hashtag #SiamoBorsalino sta proprio a significare che gli alessandrini sono vicini al loro simbolo e non vogliono che questo grande nome, e l’eccellenza artigianale Made in Italy che rappresenta, sparisca.

Per fortuna la notizia della possibile chiusura dell’azienda ha avuto un certo risalto sia a livello nazionale che oltre confine, toccando molti cuori… e anche molte matite e pennelli! E’ stata organizzata infatti una mostra davvero bella nella quale tantissimi astisti, capitanati da Riccardo Guasco, un bravissimo illustratore alessandrino (nonché un caro amico) hanno voluto dare il loro personale contributo alla causa.

 

#SaveBorsalino

Le opere che sono state raccolte sono 160, con stili diversissimi tra loro ma tutte con un comune denominatore: #saveborsalino. (qui una gallery di immagini dal sito de La Stampa). Sono contenta di avervi raccontato un po’ della mia città, che come tutte le città ha i suoi problemi ma è capace, quando vuole e con la partecipazione e la solidarietà di tutti, di fare grandi cose.

Un bacio da Elena

Elena Demuru – Beauty

Donna, mamma, lavoratrice.

Sono un’appassionata di trucchi, di musica, di cinema e di qualunque cosa stuzzichi la mia curiosità.

C’è sempre da imparare!

E-mail: elena.demuru@virgilio.it

 

Follow:

8 Comments

  1. marymakeup
    May 14, 2018 / 12:07 pm

    Magari il prossimo anno vengo anche io…Alessandria è una città che non conosco proprio, a dire il vero conosco pochissimo il Piemonte, ma so che è bellissimo! Poi magari vengo a fare anch’io la corsa, perché lo sai che mi piacciono da metti queste cose 😀

    • Elena
      Author
      May 14, 2018 / 6:19 pm

      Sarebbe bellissimo! Però tu corri, io sto dietro e ci facciamo una birra all’arrivo 😂
      Il Piemonte è una terra meravigliosa piena di posti bellissimi, ottimo cibo e vino ancora migliore, sono certa che ti piacerebbe 😊

      • marymakeup
        May 14, 2018 / 11:40 pm

        ne sono certa e voglio colmare questa lacuna il prima possibile 😀

  2. May 14, 2018 / 4:05 pm

    Ma sai che non lo sapevo? Speriamo che tutto questo serva per non far chiudere. Buona giornata

    • Elena
      Author
      May 14, 2018 / 6:20 pm

      Ciao! Speriamo che questo po’ di visibilità che è arrivata sia utile, sarebbe davvero un peccato…

  3. Irene
    May 14, 2018 / 10:56 pm

    Brava Elena, mi spiace non essere stata in città!il prossimo anno presente!

    • Elena
      Author
      May 14, 2018 / 11:14 pm

      Dai, ci organizziamo! 😊

    • marymakeup
      May 14, 2018 / 11:41 pm

      Tutto il team al gran completo 😀

Leave a Reply