Running…my goals for 2017

Anno nuovo vita nuova? No no anno nuovo e stesso amore per il running. Dopo un break di circa un mese e mezzo (causa di forza maggiore, leggi lavoro), abbiamo ripreso a correre e anche se in questi giorni fa davvero tanto freddo, noi ci siamo!

Detto tra noi, preferisco allenarmi con il freddo che con il caldo. La scorsa estate dovevamo andare a correre dopo le 19 e vi garantisco che anche a quell’ora le temperature erano proibitive. Mi ricordo che una sera c’erano 35 gradi e mi sono dovuta fermare per non stramazzare al suolo…nel giro di pochissimi minuti ero talmente sudata ed accaldata che ho davvero pensato di svenire. Io odio il caldo umido!

Con il freddo le cose vanno meglio, certo, all’inizio fa freddo…tanto freddo, ma diciamo che dopo circa 1 km il freddo non si sente più e credetemi si suda anche. Qualche giorno fa dopo una corsa di circa 7 Km eravamo completamente sudati, tanto che al termine dell’allenamento siamo corsi in macchina per tornare subito a casa a fare una doccia calda. Ma le temperature degli ultimi giorni sono decisamente più piacevoli, devo dirlo.

D’estate si corre completamente spogliati, in inverno bisogna coprirsi e anche quando si inizia a sudare non è davvero consigliabile spogliarsi. C’è chi corre con le sole maglie termiche, ma da noi è impossibile, quando ci sono 3/4 gradi correre con solo una maglia vuol dire morire di freddo, nel vero senso della parola. Un paio di giorni fa siamo usciti a correre con 3 gradi e dopo 2 Km abbiamo deciso di tornare indietro…troppo freddo. Bisogna anche dire che noi stiamo seguendo una tabella di allenamento (ve ne ho già parlato vero?) e quindi facciamo dei break camminando e in 2/3 minuti di recupero se fa davvero freddo è un bel casino perché il sudore si gela addosso. In linea di massima però non è che siamo così coperti: abbiamo pantaloni da running lunghi ed aderenti, maglie termiche, giacca a vento per running e fascia, quella che copre orecchie e fronte. Delle volte anche i guanti termici, ma solo quanto fa davvero tanto freddo.

A che punto siamo del nostro allenamento? Siamo esattamente a metà. Se l’ostacolo dei 5k è andato abbastanza velocemente, quello dei 10k è molto diverso e per noi, decisamente più lento da raggiungere. Questo perché quando non è possibile allenarsi con costanza (intendo almeno 3 volte a settimana) o bisogna fermarsi per le questioni che vi ho detto sopra, poi non è possibile riprendere da dove si è lasciato, ma bisogna necessariamente riprendere almeno dal livello precedente e quindi i tempi si allungano. In ogni caso contiamo di arrivare ai 10k (consecutivi) tra massimo 6 settimane, quindi non ci manca poi moltissimo.

Se penso che fino ad Aprile scorso per me (noi) era impossibile pensare di poter correre anche solo un minuto senza fermarsi (GIURO) ed oggi sono qui a parlare di 10k, mi viene troppo da ridere! Se poi penso che noi abbiamo deciso di provare anche una maratona entro la fine dell’anno…non so se è più pazzia o voglia di sfidarsi e di mettersi alla prova!

Quindi riassumendo velocemente, tra gli obiettivi di questo 2017:

  • correre una 10k entro 6 settimane;
  • correre una mezza maratona entro la fine dell’estate;
  • correre una maratona entro la fine dell’anno…e di questo vi parlerò prossimamente, anche perché abbiamo anche già scelto la meta!

Voi avete ripreso i vostri allenamenti? Quali sono i vostri obiettivi per il 2017?

Follow:

Leave a Reply