I miei ombretti “confort zone”

Ombretti Confort Zone

Ciao a tutti! Il mio post sui rossetti “to go” ha avuto un discreto successo e so che qualcuna di voi si è già procurata qualcuno dei miei prediletti. Sono felice, nel mio piccolo, di esservi stata utile e quindi provo a tentarvi con lo stesso genere di consigli, questa volta sugli ombretti.

Come sicuramente accade anche alla maggior parte di voi, la variabile principale che considero quando devo truccarmi è il tempo che ho a disposizione, che non è quasi mai quello che mi ci vorrebbe per un trucco occhi con tutti i crismi. Nel tempo ho individuato una manciata di prodotti che, tra gli altri, mi consentono di avere un buon risultato senza fatica e soprattutto velocemente.

Ecco quindi la mia “comfort zone” in fatto di ombretti.

Faccio una piccola premessa, anzi due:

  • Il primer, quello che preferite, è sempre una buona idea se usate ombretti in polvere, perché cambia in modo sensibile la durata del trucco e, specialmente se siamo fuori casa per molte ore, ci aiuta ad arrivare impeccabili (o quasi) alla fine della giornata.

  • Noterete che praticamente tutta la selezione vira verso il marrone/neutro/rosa: questo non significa che io non usi i colori, il fatto è che mi sento più sicura con queste tonalità, specie se ho fretta (e sonno…). Se ho voglia di un pop! di colore magari alla fine posso dare un tocco di verde chiaro o azzurro nell’angolo interno, oro o turchese al centro della palpebra, oppure posso usare una matita colorata per quel tocco in più. Davvero non ci sono limiti.

Detto questo, si va!

Parte 1: MIRACOLO! HO 10 MINUTI!

Dieci minuti non sono tanti ma neanche pochi, e posso concedermi un lavoro un pochino più articolato: due (o addirittura tre!) colori per fare un minimo di effetto degradè sulla palpebra.

Senza andare ad impazzire cercando in mezzo agli ombretti singoli, una grossa mano arriva in questi casi dalle palette, che abbinano sapientemente i colori risparmiandoci la fatica di andare a frugare tra i prodotti che abbiamo.

La regina, per quanto mi riguarda (ma è ormai un prodotto iconico quindi sono in buona compagnia) è la Naked di Urban Decay, l’originale, la prima mai uscita che rimane, almeno per me, imbattuta su tutti i fronti. (Naked Urban Decay – da Sephora, € 53,00)

Naked Palette Urban Decay

I colori sono 12, tutti in fila dal beige chiarissimo al nero/canna di fucile. La regola che mi sono data è: 6-6 uno dalla prima metà e uno dalla seconda, oppure 4-4-4: un colore per ciascuna quartina (chiaro, medio, scuro).

Si parte dall’interno dell’occhio con il più chiaro per procedere scurendo man mano che si va verso l’esterno. Fatto! Qui sotto, a sinistra potete trovare qualche abbinamento sicuro, di quelli da pilota automatico… a destra invece gli irrinunciabili: illuminanti per l’angolo interno e l’arcata sopraccigliare e neutri opachi per la piega dell’occhio. E’ tutto lì, comodissimo.

Naked Palette Swatches ed abbinamenti

Tra le “figlie” della Naked nate successivamente (la maggior parte delle quali si discostano poco dall’originale), l’unica che a mio avviso è degna di nota è la Naked 3 (Naked 3 Urban Decay – da Sephora, € 53,00) la cui selezione, più che sui nude, punta tutto sui toni del rosa, colore che mai avrei pensato mi piacesse così tanto sui miei occhi castani.

La regola è anche qui 6-6 oppure 4-4-4, ed è davvero impossibile sbagliare perché i colori stanno tutti bene abbinati tra di loro. Ecco qualche suggerimento: un paio di triplette, Mugshot che è splendido anche da solo e Trick: un oro rosa che è proprio bello al centro della palpebra per illuminare qualsiasi selezione.

Naked Palette 3 Swatches ed abbinamenti

Ho deciso di usare l’espressione “comfort zone” per descrivere qualcosa che faccia stare tranquille, ma l’idea non è proprio inedita: la prossima palette che vi descrivo infatti si chiama proprio “Comfort Zone” ed è della Wet’n’Wild (Wet’ n’ Wild Comfort Zone), è davvero economica ed ha una qualità molto alta, per i pochi euro di investimento che comporta.

Come si vede la palette è composta da due quad disposti in verticale, tutti e due molto belli. Quello che io uso di più è quello di sinistra, e in particolare i tre colori più in basso: un pesca, un marrone caldo e un bordeaux molto scuro. Sono belli sia tutti e tre insieme che abbinati a due a due. Eccoli.

Wet ‘ Wild Confort Zone Swatches

E se invece non ce li avessi, 10 minuti?

Parte 2: QUELLI CHE FANNO TUTTO DA SOLI!

E’ tardi! I casi sono due: o esco stile zombie o bisogna che qualcosa mi dia una mano tipo Fata Smemorina con Cenerentola. Quindi adesso vi parlo di quelli che considero i miei “migliori amici”! Parto con i primi tre, che sono due prodotti in crema, che come vedete hanno fatto la guerra, e una cialda singola. Nell’ordine:

  • Chanel Illusion d’Ombre in Illusoire: difficile descriverlo, è un malva pieno di sfaccettature di diversi colori, nessuna foto gli renderà mai giustizia;
  • Nabla Entropy: il mio preferito (credo si veda dalla voragine al centro) è un marrone medio con una punta di rosa, dalla tenuta davvero eccezionale, esiste anche la versione in cialda ma la crema è davvero il top;
  • MAC Club, è l’unico ombretto MAC che possiedo: è bellissimo, un marrone freddo abbastanza scuro con un riflesso verde che salta fuori quando viene colpito dalla luce (si fa la sfumatura da solo!)

I miei “migliori amici”

I miei migliori amici – swatches

I miei migliori amici – swatchesDue degli ultimi tre che vi consiglio vengono entrambi dalla stessa palette, che è la Duochrome targata, Neve Cosmetics (Neve Duochrome – € 38,80 sul sito Nevecosmetics.it), e con loro accontento anche chi è alla ricerca di prodotti certificati vegan. Tutti gli ombretti della Duochrome hanno la caratteristica di avere un colore di base e un riflesso completamente diverso, un po’ come Club di Mac Cosmetics di cui ho parlato prima.

Questo permette, con una sola passata, di avere due colori sulla palpebra, per niente piatti tra l’altro… Io ho la prima versione della palette, so che un paio di colori sono cambiati, ma i due che ho scelto sono sempre lì. Si tratta del primo e del quarto della fila inferiore:

  • Mela Stregata: bordeaux con riflesso verde acqua;
  • Veleno: marrone caldo con riflesso verde smeraldo

Entrambi, quando sfumati fino alla piega della palpebra, perdono il riflesso e lasciano solo il colore di base, opaco. Trucco finito: magnifici.

Neve Cosmetics Duo Chrome Palette – Swatches

In mezzo ai due swatches della Duochrome ho inserito un altro mio grande alleato: il KIKO Long Lasting Stick Eyeshadow nr. 05, un bel marrone rosato con una fantastica tenuta per molte ore.

Ok, con gli ombretti abbiamo finito, ma permettetemi di presentarvi questi due piccioncini:

lei è Mary-Lou Manizer e lui è Matte (Meet Matte, per la precisione), sono tutti e due della famiglia The Balm, le cui confezioni anni ’50 mi fanno impazzire e sono perennemente a portata di mano sul mio tavolino dei trucchi per ragioni diverse. Prima le Signore… Mary-Lou Manizer è il mio illuminante preferito di sempre, un dorato non troppo invadente, perfetto sia sul viso, sia sull’arcata sopraccigliare, sia nell’angolo interno dell’occhio. Davvero multitasking come piace a me.

Mary-Lou Manizer e Meet Matte The Balm

La palette Meet Matte invece, composta solamente da ombretti opachi, ha al suo interno tutto quello che serve per la sfumatura nella piega della palpebra, per la definizione della rima cigliare all’angolo esterno, per un tocco di colore non troppo appariscente. Io ogni tanto la uso anche per le sopracciglia.

Recentemente la palette è stata ripensata e ore ce ne sono addirittura tre varianti, al prezzo di € 16 circa.

Che chiacchierona che sono! Se avete avuto la pazienza di arrivare fin qui ditemi, avete qualcuno di questi ombretti e siete d’accordo con me? Quali sono i vostri prodotti “comfort zone”? Ci vediamo qui sotto, aspetto di leggere i vostri commenti,

A presto, bacetti Elena!

Elana Demuru – Beauty

Donna, mamma, lavoratrice.

Sono un’appassionata di trucchi, di musica, di cinema e di qualunque cosa stuzzichi la mia curiosità.

C’è sempre da imparare!

E-mail: elena.demuru@virgilio.it

Follow:

17 Comments

  1. marymakeup
    May 9, 2018 / 2:43 pm

    E’ davvero un’ottima selezione di ombretti devo dire. Come ti ho detto anche su FB non ho la Naked 3 ed ora che mi trucco anche di rosa (non sempre, ma lo faccio anch’io) forse devo correre ai ripari, così poi le ho davvero tutte 😀 Belle le foto Elena, mi piacciano, siete davvero migliorate tantissimo <3

    • Elena
      Author
      May 9, 2018 / 3:55 pm

      La scrivenza di alcuni è leggermente inferiore rispetto alla Naked Original (ma si parla comunque di prodotti con una quallità davvero ottima). Io della famiglia Naked ho solo queste due, mi attira molto la 2 ma non so se valga la pena, avendo già la Original. La Heat prima o poi mi frega, me lo sento…

      • marymakeup
        May 9, 2018 / 5:01 pm

        se ti dicessi che io della Naked 2 ne ho addirittura 2? hahhahahaha

        • Elena
          Author
          May 9, 2018 / 10:37 pm

          Eeehhh esagerata!😂

          • marymakeup
            May 9, 2018 / 10:42 pm

            giuro…volevo un’altra Naked (1), ma era finita e così mio marito ha pensato bene di prendermi un’altra Naked 2 hahahahha

  2. Alexandria
    May 9, 2018 / 2:47 pm

    Such great products! I love the NAKED brand!

    • Elena
      Author
      May 9, 2018 / 3:51 pm

      The eyeshadows from all the Urban Decay palettes are the only ones I can put on without a primer. They don’t move or lose intensity throughout the day! They have such a good quality, definitely worth the price 🙂

    • Elena
      Author
      May 9, 2018 / 10:40 pm

      Me rio! It is really the best. You can build up every sorte of look with it.

  3. May 9, 2018 / 6:53 pm

    Uau tutti colori che adoro!!!

    • Elena
      Author
      May 9, 2018 / 10:41 pm

      E facili! Che se per la fretta ti scappa la mano riesci sempre a correggere 😊

  4. May 9, 2018 / 9:25 pm

    girl yes i love all the naked palettes and the one you shared is my fav!

    • Elena
      Author
      May 9, 2018 / 10:56 pm

      They are great. Every one of the Naked palettes has its own mood, the quality is fantastic and you have everything you need in a single product you can take wherever you go. They really deserve the success they have. Thanks for your comment 😊

  5. May 10, 2018 / 5:39 pm

    Urban Decay Naked 1 is always a winner! I decluttered mine a while back because it was super old, but I’m considering buying a new palette because it’s just that good!

    • Elena
      Author
      May 10, 2018 / 11:29 pm

      It’s the best. If I had to choose only one palette to keep, that would definitely be the Naked

    • Elena
      Author
      May 10, 2018 / 11:30 pm

      Thank you so much, I’m glad you liked my selection 😊

Leave a Reply