Food: Mens sana in corpore sano

Immagine da internet – We’re Vegan Friendly

I latini la sapevano lunga, anche se poi a livello pratico si lasciavano trasportare dagli eccessi un po’ in tutti campi. Quante volte avete sentito dire che la dieta mediterranea è la soluzione alimentare più salutare ed equilibrata in assoluto? Se avessi ricevuto una moneta per ogni articolo di giornale o servizio televisivo in merito sarei ricca!

Quindi in molti avranno pensato “bene, pizza, spaghetti e mandolino ed è fatta!”. In realtà si tratta di una dieta che raccoglie le abitudini alimentari dei nostri bisnonni: un regime alimentare ricco di fibre, prevalentemente vegetale ricco di cereali e legumi, povero di zuccheri e grassi. La carne sì presente, ma di rado come un lusso.

Ormai che sia moda o must, le abitudini alimentari in tutto il mondo sono cambiate lo viviamo e lo percepiamo quotidianamente. Ormai il futuro è veg al massimo vegetariano!! La medicina ci dà ragione e se condotto con attenzione e senza fanatismo, il cammino verso un’alimentazione sana priva di derivati animali, è di fatto la scelta migliore che si possa fare.

Immagine da internet – Food

Quando parlo di fanatismo mi riferisco a chi si improvvisa, senza documentarsi, senza farsi seguire da esperti, senza controllare come reagisca il proprio corpo, oppure chi coinvolge i bambini, e ahimè non condivido neanche chi si mette a litigare durante la grigliata di Pasquetta per due salamini alla griglia! Lo so a qualcuno il mio non integralismo non piacerà ma a me piace pormi dei limiti!

Ho iniziato a trasformare il mio modo di mangiare al culmine della mia attività sportiva ricavandone un benessere che non mi sarei mai aspettata. Mi sono fatta seguire da una nutrizionista e ho continuato anche durante la gravidanza con qualche variante, per mantenere buoni i valori di vitamina b, ferro e acido folico.

Mio figlio è nato di 4kg e ad oggi è un bimbo in forma!! Ma non lo dico troppo forte perché con i bambini non si sa mai. In una scelta veg secondo me esistono due grandi difficoltà:

  • La prima è dare sapore a cose che non hanno grande sapore (potete raccontarla quanto volete, ma una zucchina è sempre una zucchina è se voglio renderla sfiziosa ci devo lavorare);
  • abituarsi a dare un nuovo volto ai piatti (un secondo piatto non deve essere per forza bistecca con contorno).

Io non amo molto comprare prodotti già pronti o elaborati come burger, polpette, muscolo di grano, seitan ecc…(ne mangio, ma senza esagerare). Per quanto riguarda burger e company non mi piace abituarmi ai sapori forti e spesso sono ricchi di sale e aromi, sugli elaborati del glutine e del grano purtroppo sono intollerante a entrambi e inoltre non so mangiare agglomerati di glutine non lo so, non mi convincono.

Immagine da internet – Food

Preferisco preparare prodotti naturali e insaporirli con spezie semi e quanto mi stuzzica il palato. Ci sono invece pietanze tra le più comuni che si possono rielaborare e rendere veg!!! Ad esempio le frittate che io adoro…in mille modi, con le biete, l’asparagina, i fiori di zucca…è sufficiente sostituire alle uova la farina di ceci.

Basta miscelare la farina di ceci con la giusta quantità di acqua (la dose per farinata che indica la confezione va benissimo) e lasciar riposare qualche ora. Il risultato è ottimo!! Altra cosa a cui non volevo rinunciare era la maionese, adoravo farla in casa! Con il latte di soia è tra le cose più semplici da eseguire in cucina basta una bevanda alla soia non zuccherata, olio di semi o di arachidi un mixer e 5 minuti di tempo.

“Frittata” veg

Il pesto è un’altra cosa che adoro e che è delizioso anche in versione veg. Fondamentale è scegliere prodotti di qualità il basilico, quello di Prà è il migliore, aglio, pinoli, olio extravergine di oliva e poi potete scegliere: passare al mixer con del tofu oppure usare una patata schiacciata per amalgamare è rendere denso il tutto.

Lasagne Vegan

Personalmente uso un pezzo di tofu e visto che mi piace fare le lasagne alla Ligure, tra uno strato è l’altro di pasta metto pesto, fagiolini e patate lesse. Per riprodurre poi la crosticina tipica del parmigiano prendo del pangrattato lo allungo con olio di oliva aggiungo un pizzico di aglio in polvere, basilico sminuzzato, nocciole sbriciolate o un po’ di gomasio. Quando è divenuta una specie di poltiglia lo spalmo sull’ultimo strato. Renderà il tutto davvero goloso.

Sono davvero infinite le possibilità che ci offre la cucina vegetariana e vegana. È davvero un gioco che mette alla prova la nostra fantasia. Spero di avervi dato qualche piccolo spunto, voi cosa amate preparare?? Qual è la vostra ricetta veg più riuscita? Vi prometto per il prossimo post vi proporrò il mio cavallo di battaglia: la crostata di mele!

Irene

 

Irene Agola – Sport e Cucina

Mi chiamo Irene ho 38 anni, sono un’inguaribile irrequieta, sport e cucina sono tra le cose che più mi rendono viva !Adoro camminare e le due ruote sono il metodo alternativo di movimento, l’acqua poi…una passione rigenerante!

Mi piace sperimentare in cucina, soprattutto quando si tratta di riprodurre o inventare ricette veg e scoprire nuovi sapori.

 

Follow:

8 Comments

  1. marymakeup
    May 15, 2018 / 5:36 pm

    Come tu sai io sono vegana ormai da più di 4 anni, dopo essere stata vegetariana per ben 27 anni. Chi mi conosce bene sa che non sono una nazi-vegan (li chiamano così?), resta il fatto che onestamente in questi 4 anni me ne hanno dette davvero di tutti i colori, trovo che siano meno tolleranti gli onnivori ad essere sinceri.
    Detto questo, io adoro la cucina vegana ed ancora di più i dolci che sono il mio vero tallone di Achille. Aspetto la ricetta della crostata di mele 😀

  2. Irene
    May 15, 2018 / 9:21 pm

    Verissimo spesso i meno tolleranti gli onnivori😄soprattutto molti ristoratori vecchio stampo che quando chiedi una scelta veg al menù tradizionale sanno proporti verdure grigliate e insalata.
    Io ho un background di pasticceria classica perché la mia bisnonna aveva una pasticceria siciliana a Roma!Tuttavia mi cimento volentieri è uso molta frutta per non dover esagerare con gli zuccheri e aromi come il cardamomo o la vaniglia.
    Secondo me i migliori dolci beh sono quelli più semplici che non necessitano di preparazioni lavorare, ma è solo la mia opinione.

  3. Grazia Spotti
    May 16, 2018 / 11:33 am

    Io non posso che essere d’accordo su tutto, anche se non sono veg. Ma ho mia sorella che lo è e ogni volta che sono da lei, o viene lei da me, c’è da leccarsi i baffi. L’anno scorso per la comunione di mia nipote ha fatto il tiramisù, vabbe che ve lo dico a fare….. na goduria!!! Io non sono una mangiona di carne e mio figlio alla cotoletta preferisce un piatto di insalata pomodori e patate 😀 Orgoglio di zia hahhaha

  4. Irene
    May 16, 2018 / 7:35 pm

    Grazia i bambini sono fantastici in questo sanno apprezzare le cose se sane se proposte!mio figlio divora zuppe e legumi e non ha neanche due anni😉

    • Grazia Spotti
      May 16, 2018 / 8:28 pm

      Si anche Andrea ama il minestrone e le varie zuppe. mangia pomodirini come se fossero pop corn, ed è una capretta con l’insalata. Un po’ meno la frutta e se vede il pesce non lo vuole perchè mi dice, mamma è morto poverino 😀

      • Irene
        May 19, 2018 / 9:38 am

        Bisognerebbe prendere esempio!😄😍

  5. May 17, 2018 / 9:46 am

    Ora verrò crocifissa …ma io faccio parte del “vecchio stampo”, sono per l’alimentazione sana ma varia, che comprenda anche derivati animali. Che dire, a me la carne piace, non ne abuso, anzi la mangio un paio di volte a settimana, ma non ci rinuncio. Idem per i formaggi.
    Non critico la scelta di essere vegani, ma non la sposo nemmeno. Ho cenato diverse volte in ristoranti vegani, gusto ottimo, presentazione dei piatti fantastica, ma trovo molta difficoltà a digerire.

  6. Irene
    May 19, 2018 / 9:37 am

    Ma nooo!Io sono per il libero arbitrio!La cosa importante è stare bene. Se ti è capitato di non digerire bene magari hai mangiato qualcosa a cui sei intollerante o che il tuo organismo non apprezza.
    Ci sono ottimi ricettari sul mercato, siti vegani che consigliano ricette semplici!magari potrebbero ispirarti!

Leave a Reply