Melasma: non mi fai più paura + video

Living with melasma

Era davvero da tantissimo tempo che volevo scrivere questo post, ma ho sempre rimandato perché volevo mettere insieme quante più informazioni possibili prima di scrivere un altro pezzo sull’argomento. Proprio venerdì ho pubblicato la prima parte del video “Melasma: non mi fa più paura…” ed oggi, insieme a questo post, metterò online anche la seconda (non vi preoccupate quindi perché troverete i video online sui miei canali ed anche in questo lunghissimo post).

Nel primo video vi parlo in modo molto generale del mio melasma, di cos’è, quando viene e quali sono, secondo i medici almeno, le cause che lo scatenano. Visto che danno/diamo spesso la colpa al trucco, ai problemi ormonali, ai farmaci e allo stress, mi sono soffermata su ogni singolo punto dandovi la mia testimonianza.

Prima di passare alla seconda parte, eccovi qui il video in questione:

Ma se questo primo video riassume velocemente quello che vuol dire soffrire di melasma, secondo me la parte focale di tutto il discorso è proprio nel secondo video dove vi parlo di alcuni fattori (meno conosciuti) che potrebbero essere invece la causa scatenante di questo inestetismo.

Ma andiamo con ordine perché come prima cosa vorrei farvi vedere fotograficamente l’evoluzione del mio melasma negli anni, da quando mi è arrivato fino ad oggi per farvi verificare di persona che effettivamente c’è stato un cambiamento significativo, guardiamo insieme le foto:

Come potete vedere da quando mi è arrivato si è molto modificato. Nel 2012 ad esempio, era presente solo nella parte inferiore della mia fronte ed era anche molto scuro ed io, come potete intuire, non stavo vivendo questa cosa molto bene, tanto che mio marito mi scattò questa foto per farmi capire che sì, si vedeva molto, ma che non era l’unica cosa di me che contasse!

Nel 2013, in foto si vede benissimo, il melasma si è postato nella parte superiore della mia fronte, abbandonando di fatto il punto in cui era spuntato. Come potete vedere si era anche ingrandito notevolmente prendendo tutta la parte superiore della mia fronte.

Nel 2014 era meno evidente di prima, ma sempre molto scuro! Ma nel 2016 inizio a vedere alcuni cambiamenti, tanto che sì è sempre presente, ma l’intensità della pigmentazione non è più accesa quanto prima e credo che si veda bene anche in foto.

Questo è il mio melasma oggi:

Melasma 2019

Beh credo che una foto parli più di 1000 parole, no? C’è perché c’è, ma è quasi totalmente invisibile ad occhio nudo ormai, dovete proprio soffermarvi sui contorni, altrimenti non notereste più alcuna differenza con il resto della mia pelle del viso.

Cosa ho fatto? Niente o almeno niente di così importante (apparentemente però) da giustificare una quasi scomparsa della macchia dalla mia fronte. Perché dico apparentemente? Perché di fatto qualcosa ho cambiato nelle mie abitudini e proprio di questo vi parlo nella seconda parte del video. Come prima cosa mi soffermo sul discorso “alimentazione” – che non è certo da sottovalutare – e poi parlo di qualcosa che raramente leggo nei forum dedicati e sento in giro, quindi sono certa che troverete questa parte interessante.

Come dico più volte e non solo nei video, io non ho la soluzione al problema, come voi e con voi la sto cercando e sto cercando di mettere insieme la maggior parte delle informazioni per capire cosa e quanto ci sia di vero in tutto quello che sentiamo in giro e leggiamo ovunque ormai…ma sto sperimentando e sto cercando di capire se cambiando alcune abitudini, integrandone altre, possa finalmente lasciarvi alle spalle meli che ormai mi accompagna da quasi 10 anni!

Quindi come prima cosa vi lascio alla seconda parte del video e poi parleremo in modo dettagliato degli elementi principali di questa ultima parte:

L’articolo in questione parla di candida e lega la candida al melasma. Ma prima di tutto cos’è la candida? La candida può essere descritta brevemente come un lievito che vive in simbiosi con l’organismo umano. Per contrastarla è consigliabile non mangiare zuccheri, bere alcool, mangiare troppi carboidrati, quindi no a farine trattate in particolare modo, poi certo bisognerebbe cercare di seguire una dieta ricca di fibre perché queste aiutano a ripulire l’organismo. Vi consiglio anche di leggere questo articolo perché potrete trovare altri spunti interessanti.

L’articolo in questione parla anche di radicali liberi. Cosa sono i radicali liberi?

Lo stress ossidativo si verifica quando una molecola di ossigeno si divide in singoli atomi con gli elettroni spaiati, che sono chiamati radicali liberi. Credits: Wikifoundry

I radicali liberi sono anche causa di diverse malattie, alcune molto gravi. Quali sono le sostanze che generano radicali liberi? Ahimé i radicali liberi sono nei cibi che mangiamo, nei farmaci che assumiamo, nell’aria che respiriamo e anche in ciò che beviamo. Come si possono combattere i radicali liberi? Ovviamente non solo con integratori, ma anche e soprattutto con cibi specifici, tra parentisi vi ho messo tre articoli per eventuali approfondimenti (principali antiossidanti per combattere i radicali liberiantiossidanti naturalialimenti antiossidanti).

Parliamo ora di vitamine, partendo dalla Vitamina A. Questa è essenziale per il benessere dei denti, per la crescita delle ossa e per il sistema immunitario. La Vitamina C è un potentissimo antiossidante che blocca l’invecchiamento del corpo e l’azione dei radicali liberi. La Vitamina D, una vitamina di cui molti sono carenti senza saperlo, è essenziale per il rafforzamento delle ossa e del sistema immunitario. Poi cito anche le Vitamine del gruppo B, ma siccome sono molte come molte sono le funzioni importanti che hanno, vi rimando a questo articolo che le spiega molto bene e consiglia eventuali alimenti per integrarle.

Andando avanti nell’articolo si parlava anche di zinco perché si dice che questo minerale contrasti l’eccesso di rame che sembra essere responsabile dell’iper-pigmentazione della pelle. Lo zinco è un minerale molto importante perché quando si è carenti si possono avere delle alterazioni cutanee ad esempio (quindi come vedete il nostro caso è tra questi) e addirittura un indebolimento del sistema immunitario. Normalmente, ho letto, che quando si è carenti di zinco si è carenti anche di Vitamina A.

Nel video vi dico anche che ho quasi del tutto abbandonato l’uso del SLS dai prodotti viso e corpo…quindi è doveroso fare un po’ di chiarezza. L’SLS e l’SLES non sono altro che tensioattivi chimici. Quando nel lontano 2003 ho lavorato per un brand americano (Simply Organic) ho scoperto i danni che questi tensioattivi possono causare al corpo umano e quindi da allora ho iniziato a farne a meno, prima in modo graduale, oggi in modo quasi totale. Quindi la mia non è una moda, perché ho iniziato a sentir parlare e allontanare (all’inizio era quasi impossibile visto che non se ne parlava come oggi) questi due tensioattivi dai prodotti che uso nella quotidianità, da 16 anni ormai, e quindi non possono essere direttamente correlati al mio melasma, ma era comunque doveroso un chiarimento da parte mia a tal proposito.

Vi ho detto anche che ho fatto la radio frequenza. Ve ne ho parlato in questo in due post, il primo dell’8 Giugno 2018 ed il secondo 4 Luglio sempre del 2018. Ma come vi dicevo anche nel video, la radio frequenza non ha niente a che vedere con il miglioramento del melasma, però per dovere di cronaca mi sono comunque sentita in dovere di citarla.

Una vera novità per me è stata quella di bere acqua e limone tutte le mattine e devo dire che secondo me, questa integrazione di Vitamina C al mattino, ha aiutato la mia pelle e anche il mio melasma. Dico questo perché bere acqua e limone tra le altre cose rafforza il sistema immunitario, aiuta a riequilibrare i livelli di ph (essendo alcalinizzante, abbassa le acidità del corpo e quindi anche le infiammazioni), purifica la pelle ed idrata e migliora il sistema linfatico. Beh questa è sicuramente una cosa che vi consiglio vivamente a prescindere dal melasma, ma vedrete che troverete benefici non solo nella pelle, provare per credere.

Acqua e limone – immagine da internet

Come ultimo tema ho trattato anche quello della protezione solare per dirvi che quella che uso maggiormente in estate è della ISDIN Fotoprotector Transparent Spray Wet Skin, disponibile con SPF30 o SPF50 (che è quella che metto sempre sia per sport che al mare). Questa marca è specializzata nella protezione della pelle e quindi troverete (in farmacia) anche altri prodotti piuttosto interessanti. Tra questi vi segnalo e non ho è niente di sponsorizzato (mi è solo arrivato il comunicato stampa qualche giorno fa e quindi ve ne parlo in anteprima) un nuovo prodotto che si chiama SunISDIN capsule un integratore che prepara la pelle all’esposizione al sole – deve essere preso almeno 15 giorni prima di esporsi e durante tutto il periodo dell’esposizione -. Devo dire che quest’anno farò anche questo perché aiutare la pelle dall’interno è fondamentale.

Bene, con questo ultimo punto credo davvero di avervi detto tutto, ma ovviamente rimango a disposizione per qualsiasi altro chiarimento. Spero davvero che questo post vi sia di aiuto in qualche modo e che i due video vi abbiano fatto capire che non c’è un’unica cura e un’unica direzione da prendere…documentarsi è importante, ma sperimentare su se stessi lo è ancora di più.

Mi raccomando, il sorriso ed il buon umore non devono mancare mai…ho sentito dire che meli non ama le persone allegre e tende ad abbandonarle con più facilità. Siate sempre felici, Marina x

 

Blogger per passione (fondatrice & editor di Marymakeupblog), Pro Make-up Artist e Make-up Trainer per professione. Vegan & fitness addicted. Moglie di Vincenzo da una vita o anche più e mamma di Lady (chihuahua di 10 anni) e Mia (labrador di 3,5 anni). Work hard, dream big and never give up x

Email me: mary_makeup@hotmail.it

 

 

Follow:

11 Comments

  1. March 4, 2019 / 7:22 pm

    In effetti non si nota praticamente più (tra l’altro c’ho messo un po’ a capire che eri te quella mora haha) incredibile comunque che tu sia riuscita a farlo sparire

    • marymakeup
      Author
      March 4, 2019 / 11:24 pm

      ah sì prima ero mora…una bella differenza e non solo per il colore dei capelli! 😀
      Sì diciamo che è migliorato tantissimo il mio melasma, sono contenta e spero davvero di uscirne…tu non sai quanto mi piacerebbe avere la “cura” per aiutare le tantissime ragazze che la vivono malissimo :/

  2. March 4, 2019 / 7:24 pm

    Of course sunscreen definitely helps, the results look incredible

  3. March 4, 2019 / 8:33 pm

    I was not previously aware of this condition. You did a great job at explaining it. I’ve heard great things about water with lemon even for those of us that do not have this condition. It helps with weight loss and purifying our bodies. This is a really great reminder to switch from sugary coffee to lemon water in the morning.

    • marymakeup
      Author
      March 4, 2019 / 11:26 pm

      I think water with lemon is the key…not sure but this is my idea because my melasma didn’t look this way before! Water with lemon is something everybody should drink 🙂

  4. GETYOURHOLIDAYON
    March 4, 2019 / 8:51 pm

    I agree, vitamins are so important! Thanks for sharing your progress with us. 🙂

  5. marymakeup
    Author
    March 4, 2019 / 11:27 pm

    You’re welcome thanks for your comment x

  6. Elena
    March 5, 2019 / 3:39 pm

    Caspita che cambiamento! Non sono pratica di questo problema perchè non l’ho mai conosciuto da vicino. I consigli che dai mi sembrano tutti molto ben ponderati e sensati, e sono anche molti. Probabilmente su questo tipo di problemi bisogna un po’ procedere per tentativi perchè, come per la maggior parte delle cure mediche o anche dei cosiddetti rimedi naturali, ogni organismo reagisce in maniera diversa. Sono certa che questo “riassunto” della tua esperienza e di tutti i tentativi che hai fatto e soprattutto delle abitudini che hai cambiato o acquisito possano essere utili a qualcun altro che abbia il tuo stesso problema e che magari non abbia ancora percorso le tue strade. Brava, baci!

    • marymakeup
      Author
      March 5, 2019 / 3:53 pm

      Prima di tutto grazie per il tuo commento. Per scrivere questo post ho impiegato un intero fine settimana perché volevo dare quante più info possibili. Tu non hai idea di quante email ricevo ogni anno e poter fare qualcosa, anche qualcosa di piccolo, è per me importante. Bacio x

  7. March 5, 2019 / 9:00 pm

    You are helping so many by sharing what worked for you! I know many who have dealt with melasma!

    • marymakeup
      Author
      March 5, 2019 / 10:39 pm

      Thank you Carly, please share my post with them x

Leave a Reply