L’Oréal Colorista Washout – Review

L’Oréal Colorista Washout

Eccomi qui a parlarvi di un prodotto che ho avuto modo di provare in maniera abbastanza approfondita negli ultimi tempi. Se fino a qualche anno fa i “capelli strani” di tutti i colori dell’arcobaleno erano una prerogativa delle persone un po’ sopra le righe, ultimamente non è raro incontrare per strada persone normalissime (e meravigliosamente di tutte le età) che sfoggiano chiome verdi, fucsia, blu o multicolori.

Ho una figlia adolescente, e tutti sappiamo come quella sia l’età della sperimentazione, nella quale tutte ci siamo sentite un po’ “ribelli”. Mettiamo insieme a questo la moda dei capelli colorati e il gioco è fatto. Confesso che la prima volta che Emma mi ha palesato questa idea l’ho presa un po’ con le pinze, non fosse altro perché non volevo metterla a contatto con tinte aggressive o addirittura con la decolorazione, che è una pratica molto diffusa se si vogliono utilizzare colori brillanti.

Volendola accontentare, ma alle mie condizioni, ho cominciato ad informarmi e ho scoperto la linea Colorista della L’Orèal. La gamma dei prodotti proposti è varia e risponde a diverse esigenze. Ci sono i colori Temporary in spray e gli Hair Makeup che vanno via al primo shampoo, i Paint che sono delle vere e proprie tinte permanenti e i Colori Washout, che sono in sostanza delle maschere per i capelli (che infatti risultano molto morbidi) arricchite con pigmenti di vari colori che vengono assorbiti dal capello e sbiadiscono gradualmente dopo diversi lavaggi.

 

Quest’ultima soluzione mi è sembrata la più adatta alle mie esigenze e un buon compromesso tra la volontà di mia figlia di cambiare un po’ e la mia di non utilizzare su di lei prodotti troppo aggressivi. Ho avuto occasione di provare diverse colorazioni finora. Prima di dirvi come mi sono trovata è necessario fare una dovuta premessa: se non si vuole procedere con una decolorazione preventiva, è necessario scegliere bene il colore da applicare.

La gamma dei colori pastello, infatti, è adatta più che altro ai capelli biondi, mentre sui capelli più scuri (fino al castano chiaro) risulta pressoché invisibile ed è necessario scegliere uno dei colori più “strong”. A chi ha capelli dal castano scuro al nero l’operazione è proprio sconsigliata perché praticamente inutile. Non si vedrebbe nulla. Lo schema fornito dalla casa madre è piuttosto chiaro in proposito.

Avendo Emma i capelli castano chiaro, abbiamo optato per i colori con più carattere. Quelli con cui finora ci siamo cimentate, a dire la verità non con la stessa soddisfazione, sono tre. Ci tengo a precisare che nessuna delle tinte è venuta a contatto direttamente con la cute: abbiamo optato per un effetto ombré caricando di più le punte e sfumando verso l’alto, lasciando pulite le radici.

L’Oréal Colorista Washout

L’Oréal Colorista Washout

L’Oréal Colorista Washout

Turquoise: visto così dalla confezione è il mio preferito, un bel color pavone che una volta applicato fa tanto Sirenetta. Emma all’epoca aveva i capelli schiariti dal mare e l’applicazione ha fatto il suo bell’effetto. Purtroppo però, con l’andare del tempo e dei lavaggi, la componente di blu tende a sbiadire prima del verde, lasciando dietro di sé un color fieno non proprio bellissimo. Purtroppo mi dicono questo sia un difetto del pigmento blu in generale. Bisogna secondo me mettere anche in conto la reazione da capello a capello, probabilmente la resa non è uguale per tutte.

Burgundy: è la colorazione che abbiamo rifatto più volte in assoluto. Tenendola in posa per il massimo del tempo consigliato (anche per qualche minuto in più) viene fuori un fucsia bello scuro e bello carico. Con i lavaggi successivi il colore scarica, ma rimane molto bello perché prima di svanire si passa per tutte le sfumature di rosa e quindi è comunque molto piacevole. E’ sicuramente quello che ci ha soddisfatte di più a livello di resa.

Denim: bellissimo appena fatto, un blu molto intenso e lucente… poi IL DISASTRO. Non so se dipenda dai capelli di Emma o da altro, fatto sta che abbiamo dovuto lavare i capelli tre volte in tre giorni perché, nonostante il risciacquo abbondante, il colore continuava a scaricare anche da asciutto. Collo blu, faccia blu, mani blu, abiti blu… capelli verdi!!! Mia figlia protesterà perché le piaceva tantissimo, ma per quanto mi riguarda mai più. Peccato (non ho nemmeno fotografato il risultato per il nervoso).

Bisogna dire che, in caso di “fallimento” o in caso il risultato non sia quello sperato, la L’Oréal ha pensato anche a uno shampoo che acceleri la rimozione dei residui del Washout: si chiama Fader. Chissà, magari proveremo altre colorazioni più avanti, ma credo che eviteremo i blu o simili.

Che ne pensate dei capelli colorati? Ci andate/andreste in giro? Io vi confesso che sto resistendo a fatica ma sono molto molto tentata. A presto! Elena

Elena

 

Ciao! Mi chiamo Elena, sono la mamma di due ragazzini e faccio l’impiegata. Non posso dire di avere un’unica passione: adoro mangiare (cucinare un po’ meno…), la musica e il cinema. Sono una fanatica della Disney e di Harry Potter e un’appassionata di cultura POP. L’inglese è la mia fissazione da sempre e tutto quello che è British mi affascina oltremodo. Ho scoperto il mondo del make-up relativamente tardi ma mi ha subito conquistato ed è diventata una piccola ossessione. Se qualcosa suscita la mia curiosità, sono fregata e devo sapere tutto! elena.demuru@gmail.com 

Follow:

29 Comments

    • Elena
      Author
      March 13, 2019 / 10:56 pm

      Ciao! Che colore hai fatto? Ti sei trovata bene?

    • Valeria
      March 15, 2019 / 10:40 am

      Ho preso il burgundy qualche giorno fa e non vedo l’ora di provarlo!

  1. marymakeup
    March 13, 2019 / 10:43 pm

    Emma ha dei capelli bellissimi,fai bene a non farle fare delle tinte, poi tanto avrà tempo! Bellissimo il fucsia, quasi quasi ci provo anche io,sai come sarà contento il mio parrucchiere hahahaha

    • Elena
      Author
      March 13, 2019 / 10:58 pm

      Dai, tanto va via, poco male… lo farei anche io ma ho i capelli troppo scuri.

      • marymakeup
        March 14, 2019 / 12:34 pm

        no no lo faccio , lo faccio! sulle punte lo trovo fantastico a dire il vero 🙂

  2. LauraL
    March 13, 2019 / 11:20 pm

    Io li uso spesso e mi sono sempre trovata benissimo

    • Elena
      Author
      March 14, 2019 / 2:01 pm

      😊

  3. March 14, 2019 / 9:21 pm

    The color is SO fun! This is perfect for the upcoming festival season!

    • Elena
      Author
      March 14, 2019 / 10:55 pm

      Yes, it is! Perfect for a quick change with no regrets 😊

  4. March 14, 2019 / 9:49 pm

    I didn’t realize that they made these in semi-permanent options. What a great way to be able to play with color without the permanence and upkeep! I’d love to try some of these colors out.

    • Elena
      Author
      March 14, 2019 / 10:59 pm

      Yes, it’s a great idea. You can try a fancy color, see If you’re comfortable with it and eventually pass on to a permanent color. Easy and less stressful. Thanks for passing by 😊

    • Elena
      Author
      March 18, 2019 / 7:32 am

      It lasts 3 to 10 washes, depending on the colour and also your hair. It’s fun! Thanks 😊

  5. AmberLynn
    March 15, 2019 / 1:12 pm

    Yes, I love how fun and vibrant these colors are. I am not one to experiment with hair colors, but this is definitely tempting.

    • Elena
      Author
      March 15, 2019 / 1:55 pm

      Yes, because it just washes off gradually and it does not leave any trace. It’s good for a temporary twist with no regrets 😊😊😊

  6. March 15, 2019 / 1:20 pm

    Burgundy è quello della terza e della quarta foto? Mi piace un sacco il risultato, soprattutto abbinato ad un castano chiaro. Io per dare riflessi più “vivi” al mio rosso ogni tanto facevo una maschera con il Crazy Color proprio color Burgundy e l’effetto era bellissimo

    • Elena
      Author
      March 15, 2019 / 2:00 pm

      Si sì è lui!

  7. Elena
    Author
    March 15, 2019 / 1:57 pm

    Sia la prima che la terza e quarta foto sono burgundy. Nelle ultime due era appena fatto mentre nella prima lo avevamo già lavato qualche volta. Come vedi l’effetto è molto bello anche da “sbiadito”, cosa che non posso dire dei blu o simili. 😊

  8. March 15, 2019 / 9:21 pm

    This looks like a lot of fun! Changing hair color made easy!

    • Elena
      Author
      March 16, 2019 / 10:33 am

      Exactly! 😊

  9. March 27, 2019 / 8:57 pm

    Quest’estate ho provato una maschera colorata lilla, che è uscita rosa, ma era carina! Nel dubbio però l’ho fatta ad agosto in ferie! Non andrei in ufficio rosa o blu anche se mi piacerebbe!

    • Elena
      Author
      March 28, 2019 / 9:13 am

      Ma perchè no? L’importante è saperli portare con disinvoltura 🙂

      • March 28, 2019 / 10:34 am

        Io li porterei anche, ma spesso mi capita di andare a parlare con il management e avere i capelli blu o rosa non ti rende credibile.

        • Elena
          Author
          March 28, 2019 / 11:50 am

          Ti capisco, ed è molto triste. Il problema è negli occhi di chi guarda, come se si potesse giudicare qualcuno dal colore dei capelli o da qualunque altra caratteristica fisica.

Leave a Reply