Ele’s book corner: My Summer Reads

Non so se anche a voi succede, ma io ho tutta una categoria di letture “da vacanza”. Ne fanno parte tutti i libri relativamente poco impegnativi che mi tengono compagnia in quel periodo dell’anno in cui il cervello (e tutti il resto) si trova “in decompressione” da lavoro / scuola dei figli / corse a destra e a sinistra nel tentativo di stare dietro a tutti gli impegni invernali.

Il periodo delle ferie è in assoluto quello in cui leggo di più: nei momenti di full immersion sono capace di leggere anche un libro ogni due giorni. Prima dell’ avvento del mio adorato Kindle la partenza per le ferie comportava una discreta preparazione letteraria (sì, il profumo della carta, le pagine da sfogliare… tutto bello, ma vuoi mettere non dover fare “la valigia dei libri”?).

Ho avuto qualche anno di pausa forzata dalla lettura quando i bambini erano molto piccoli per ovvi motivi, ma ora che sono cresciuti sono più libera di rilassarmi e di immergermi nei miei mondi… e quindi mi fa piacere consigliarvi qualcuna delle letture che più mi hanno catturato nel tempo. La categoria che ho sempre preferito per le mie letture da spiaggia (o da montagna, o da piscina, o da divano col condizionatore, come preferite) sono i gialli. Da ragazzina divoravo i fumetti di Diabolik e Dylan Dog, poi con il tempo sono passata ad altro e prima di tutto ad Agatha Christie.

Agatha Christie è sempre un’ottima idea. I suoi libri non sono mai troppo lunghi, sono scritti in maniera intelligente e sagace, non sono mai banali. Che le indagini sul mistero di turno siano condotte dall’investigatore innamorato dei suoi baffi Hercules Poirot o dalla apparentemente mite, anziana zitella Miss Marple, o che l’autrice lasci al lettore il compito di scoprire il mistero “senza aiuto”, ogni volta il dipanarsi della storia è capace di darci dei twist inaspettati lasciandoci senza fiato.

Ecco i miei prediletti: che leggo e rileggo periodicamente (lo so, con i gialli è una cosa un po’ strana, ma sono scritti così bene che non riesco ad impedirmelo):

  • “Dieci Piccoli Indiani” è da sempre uno dei miei libri preferiti: un’isola nella tempesta senza possibilità di rientrare a terra, dieci persone, una filastrocca misteriosa che scandisce la morte dei presenti, uno a uno, senza apparente motivo, e la consapevolezza che l’assassino è lì, da qualche parte, a giocare il suo gioco;
  • “Assassinio sull’Orient Express” è forse il più famoso e inflazionato, ma ve ne parlo perché è veramente una meraviglia e se non l’avete mai letto vi siete veramente persi qualcosa. E’ strutturato in una maniera molto simile a Dieci Piccoli Indiani: questa volta è il celebre treno, isolato a causa di una valanga, a fare da palcoscenico al mistero. Un losco passeggero viene ucciso ed Hercules Poirot deve trovare il colpevole tra i facoltosi, bizzarri e a volte molto reticenti altri passeggeri del convoglio. Le intuizioni geniali del detective, insieme al suo sarcasmo e al suo sense of humour tutto particolare tengono compagnia fino al del tutto inaspettato finale;
  • se volete però avventurarvi nel mondo di Miss Marple, uno dei miei preferiti con lei come protagonista è sicuramente “Assassinio allo Specchio”: una famosa diva del cinema si trasferisce in un piccolo villaggio e, durante il party a cui è accorsa tutta la cittadinanza per darle il benvenuto, una invitata muore avvelenata dopo aver bevuto da un bicchiere destinato proprio all’attrice… da questo episodio, la vita del villaggio viene sconvolta da una serie di fatti e delitti misteriosi. La polizia brancola nel buio, ma l’assassino ha fatto il grosso errore di commettere le sue malefatte proprio nel paesino dove vive Miss Marple, e questo non gliela farà passare liscia.

Queste sono solo alcune idee, ma vi assicuro che basta pescare nel mucchio dei tanti romanzi firmati Agatha Christie: a me non ha mai deluso!

Vi ho già parlato di Joel Dicker qualche tempo fa, a proposito del Libro dei Baltimore ma in realtà il romanzo che me lo ha fatto scoprire è un altro, “La Verità sul Caso Harry Quebert”. Questo consiglio è per quelli di voi che, oltre a non averlo letto, non hanno visto la miniserie TV con Patrick Dempsey che ne è stata tratta quest’inverno con grande successo. Il libro è un discreto tomo (775 pagine ma lo si divora!) e il protagonista è quello stesso Marcus del Libro dei Baltimore, cresciuto, scrittore di successo in pieno blocco, che incredulo alla notizia dell’incriminazione di un suo ex professore universitario per l’assassinio di una ragazza di 15 anni scomparsa da tempo, cerca di trovare il bandolo di una matassa che si rivela sempre più complicata man mano che si procede con la lettura. Da un certo punto del libro in poi vi garantisco che sarete convinti di aver risolto il mistero ogni 30 pagine, regolarmente sbagliandovi, fino all’illuminazione finale, che non avreste mai immaginato…

Mi va di parlarvi anche di un libro italiano di un autore dotatissimo, scomparso qualche anno fa troppo presto ma che ha lasciato, a mio parere, degli ottimi lavori. L’autore è Giorgio Faletti e il libro che vi consiglio e “Io Uccido”, un giallo/noir scritto magnificamente di cui, oltre alla storia, che è molto avvincente, mi sono rimaste impresse le descrizioni degli ambienti, precise al punto da “vedere” il libro come fosse un film. Siamo a MonteCarlo: un agente FBI in congedo temporaneo è alle prese con un serial killer che annuncia i suoi delitti tramite indizi “musicali” alla radio. Gli indizi sulla prossima vittima stanno proprio tra i versi della canzone che di volta in volta l’assassino richiede, e le conversazioni deliranti con lo speaker della radio sono forse la parte migliore del libro. Anche questo titolo, come il precedente, avrà la capacità di “inbrogliarvi” più e più volte facendovi credere di aver capito tutto, quando invece non avrete capito niente. Geniale.

Se poi vi piace quell’aura di mistero ma siete soprattutto delle inguaribili romantiche, c’è tutta una serie di autrici che hanno fatto di questo genere un marchio di fabbrica. La mia preferita, di cui vi ho già parlato, è Kate Morton, ma ce ne sono altre, le prime che mi vengono in mente sono Lucinda Riley e Corina Bomann. Trovo Kate Morton molto più sofisticata nel suo modo di scrivere, ma devo dire anche le sue colleghe mi hanno fatto una discreta compagnia.

Tutti i romanzi di queste autrici hanno più o meno la stessa struttura: un mistero che viene dal passato e che viene scoperto nei modi più strani – il ritrovamento di un diario, di una foto o di una valigia abbandonata, il racconto di una nonna… La curiosità e la voglia di sapere spesso portano la protagonista ad intraprendere un viaggio alla ricerca di una storia lontana, di un amore proibito, di un mistero che ha cambiato il corso degli eventi fino ad imbattersi in lei. Il viaggio è spesso anche un ritrovare se stessa per uscire da un brutto momento e trovare nuova linfa vitale, attraverso nuove conoscenze una nuova consapevolezza. Ecco, se ho voglia di qualcosa di poco impegnativo, di un po’ di positività e voglio evitare ammazzamenti vari, questi sono i libri che cerco.

E voi? Dove mandate i vostri pensieri in vacanza? Avete qualche libro o autore da consigliarmi per quando finalmente andrò al mare? Niente romanzi strappalacrime please, ricordo ancora con imbarazzo di quando lessi “Io e Marley” e mi trovai a piangere a dirotto in spiaggia, in mezzo alla gente che giocava a racchettoni…

Vi lascio con questa frase dell’immenso Umberto Eco, mio illustre concittadino, augurandovi buona lettura e buone vacanze:

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. 

Chi legge avrà vissuto 5000 anni… perché la lettura è un’immortalità all’indietro.

Baci, Elena

Elena

Ciao! Mi chiamo Elena, sono la mamma di due ragazzini e faccio l’impiegata. Non posso dire di avere un’unica passione: adoro mangiare (cucinare un po’ meno…), la musica e il cinema. Sono una fanatica della Disney e di Harry Potter e un’appassionata di cultura POP. L’inglese è la mia fissazione da sempre e tutto quello che è British mi affascina oltremodo. Ho scoperto il mondo del make-up relativamente tardi ma mi ha subito conquistato ed è diventata una piccola ossessione. Se qualcosa suscita la mia curiosità, sono fregata e devo sapere tutto! elena.demuru@gmail.com

 

 

Follow:

22 Comments

  1. marymakeup
    July 5, 2019 / 7:21 pm

    Io e Marley? Mai più nella mia vita, ho pianto come un fiume e tu lo sai che io ho sempre avuto i labrador :/ Cosa posso consigliarti? Ti mando un messaggio tra qualche giorno..

    • Elena
      Author
      July 6, 2019 / 12:18 pm

      Si sì! Manda, io lo aspetto!

      • marymakeup
        July 9, 2019 / 11:38 pm

        Conosci Freya North? Mi piace un sacco e te la consiglio, sono certa che piacerà anche a te 🙂

        • Elena
          Author
          July 10, 2019 / 11:44 am

          Segno, segno…

  2. Grazia
    July 5, 2019 / 8:03 pm

    Io e Marley anche no, ho pianto come una fontana.
    Faletti tra i miei preferiti, Io uccido l ho divorato in tre gg.
    Amo i gialli in tutte le salse, i miei autori preferiti sono gli scandinavi.. In primi la trilogia millenium.

    • Elena
      Author
      July 6, 2019 / 12:19 pm

      Io invece pensa che millennium non l’ho mai letto… è un buon concSiglio per le prossime ferie, Grazie!

      • Grazia Spotti
        July 7, 2019 / 10:53 am

        siii leggili, io me ne sono innamorata!!! Peccato che l’autore sia deceduto altrimenti avrebbe fatto altri capolavori, ne sono sicura

        • Elena
          Author
          July 8, 2019 / 9:30 am

          Lo farò sicuramente 🙂

  3. Amber
    July 5, 2019 / 9:52 pm

    I love to read, so I’ll be sure to add some of these to my list. I especially love books over the summer!

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 5:03 pm

      It’s easier to find time to read when you’re a little bit more relaxed…

  4. July 5, 2019 / 10:55 pm

    I’m so jealous. I wish I had the time to read this Summer.

    • Elena
      Author
      July 6, 2019 / 12:24 pm

      The time will come… it was hard for me not to have time to read when my kids were younger. I was always with them and when they slept and I could have time I was so tired I literally fainted on my bed. But this will end and you’ll miss it… but you will read again!!! Have a wonderful summer, my dear.

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 5:05 pm

      It’s one of my favourite things as well 🙂

  5. July 6, 2019 / 9:40 pm

    These are such great recommendations! You’ve inspired me to read more this summer.

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 9:30 am

      I’m glad you liked my advice, Thank you!

  6. July 7, 2019 / 6:18 am

    These look like lovely books! I hope you manage to read them all 🙂 sadly with two toddlers I don’t have a lot of reading time at the moment, haha!

    Hope that you are having a wonderful weekend 🙂 It’s been a quiet one for us, with the rain!

    http://awayfromtheblue.blogspot.com.au

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 5:08 pm

      Toddlers and reading don’t go well together, that’s true…

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 5:09 pm

      Thank you very much for passing by.

  7. Mara
    July 7, 2019 / 12:05 pm

    Ciao!
    Al momento mi viene in mente Michel Bussy, giovane scoperta. I suoi libri sono ben scritti, scorrevoli ed intriganti; i finali sono decisamente inaspettati.
    “Ninfee Nere” e “La Seconda Madre” sono bei libri!
    Ciao!

    • Elena
      Author
      July 8, 2019 / 5:11 pm

      Grazie! Metto in lista!

Leave a Reply