Delicious Vegan Dessert Recipes

La cucina è un’arte si sa ed ogni forma d’arte deriva da un’emozione o da un’ispirazione. Ciascuna delle ricette che amo, quelle di mia fantasia o quelle che riproduco, mi fanno pensare a qualcosa o a qualcuno, nascono per qualcosa o per qualcuno. Per questo motivo ho scelto due ricette delle quali non potrò più fare a meno fino alla fine dell’estate!!

La prima ricetta ha una storia molto lunga, ma non voglio esagerare nel racconto, cercherò quindi di riassumermela.  Tempo fa una persona che conosco (a volte si trova più amicizia ed affetto in persone con le quali non abbiamo un vero legame) mi ha fatto un grande regalo. Mi ha aiutato a risolvere un problema non da poco e non era assolutamente tenuta a farlo, quindi il gesto vale doppio! Insomma ho cominciato a pensare a come sdebitarmi in modo sincero perché volevo davvero fare qualcosa con il cuore solo per lei.

Laura, la persona in causa, è celiaca ed ama i dolci. I dolci senza glutine non sono semplici da reperire, intendo quelli davvero buoni, lo so perché per un periodo ho eliminato il glutine dalla mia dieta e i dolci erano un delirio, quelli industriali sono piuttosto pesanti da digerire e bisogna rivolgersi a pasticcerie specializzate spendendo cifre importanti se si vuole qualcosa di buono. Ho pensato così a un dolce il più naturale possibile, qualcosa di semplice e buono che fosse ricco al palato.

Si tratta di un dolce che ricordo sempre come un gesto d’amore. Quando ero piccola mia nonna preparava per tutta la famiglia, in occasione del Natale, tartufi al cioccolato e datteri farciti. Noi non eravamo pochi, eravamo una di quelle famiglie del sud molto numerose e quindi lei lavorava per settimane. Per me quei tartufi, ancora oggi, sono mia nonna, sono la mia famiglia, sono amore.

Tartufi Vegan

Tartufi Vegan

Il dattero è un frutto ricco di minerali e di vitamine, altamente calorico ed energetico. Quelli giganti, della Tunisia, sono i miei preferiti. Qualche dattero a colazione, magari prima di fare attività sportiva, danno la giusta carica! Ho deciso così di preparare dei tartufi di datteri al cacao amaro.

Ho scelto dei grossi datteri polposi e molto morbidi, ma se volete fare tanti tartufi e non volete spendere cifre astronomiche, potete utilizzare dei datteri di dimensioni normali al naturale e se sono un po’ secchi eventualmente ammorbidirli per circa una mezz’ora in acqua minerale tiepida. Quelli che ho scelto per questa ricetta non ne avevano davvero bisogno. È una ricetta davvero facile e veloce da realizzare, ma di grande effetto:

  • 200 gr. di datteri giganti della Tunisia al naturale;
  • 50 gr. di mandorle pelate tostate e tritate grossolanamente;
  • due cucchiai di cocco disidratato;
  • un paio di cucchiai di cacao amaro;
  • un cucchiaino di olio di cocco;
  • due cucchiai di cacao amaro

Sgusciate i datteri e frurrateli. Tostate le mandorle fino a quando saranno dorate e profumate, poi fatele raffreddare e tritatele grossolanamente, unite il cocco, l’olio e amalgamate il composto. Fate delle palline e fatele rotolare nel cacao amaro. Mettetele in frigo un paio d’ore e saranno perfette. Io li adoro spero siano piaciuti anche a Laura.

Al posto del cacao amaro potete ricoprirli di cocco in polvere o con semi di sesamo tostati.  Se volete accostarli a qualcosa di cremoso, potete preparare una crema di banane fresca. Basta una banana ed un po’ di succo di limone, un cucchiaino di sciroppo di agave. Il tutto deve essere frullato e successivamente passato al setaccio – la banana si ossida in fretta quindi va consumata relativamente presto -. Se vi piace mettete la cannella o la vaniglia q.b. Se vi piacciono i frutti rossi passate nell’estrattore di succo, dei lamponi e poi addensateli in un padellino con dello zucchero di canna.

Per il mio secondo dolce irrinunciabile devo farvi una confessione: non sapevo che esistesse fino a qualche tempo fa quando ho incontrato una vecchia compagna di scuola. Per caso ci siamo sentite e abbiamo organizzato un’apericena veg a casa sua. Così chiacchierando scopro che abbiamo in comune, a parte i ricordi tra i banchi di scuola, una passione per la cucina veg! Decidiamo così un secondo appuntamento serale da dedicare alla sperimentazione di qualcosa di nuovo e per me niente era più nuovo dell’acqua faba.

Mousse Cioccolato Vegan

Per chi come me viveva nell’oblio, sarà una rivelazione sapere che esiste un sostituto degli albumi dell’uovo montati. Svariati gli utilizzi, davvero sorprendente il risultato, soprattutto per il palato. Nel 2014 Joël Roessel – uno chef francese appassionato di cucina vegana -, sperimentando emulsioni vegetali, scopre che l’acqua di cottura dei legumi, dei ceci in special modo, se sbattuta ad alta velocità per un certo periodo di tempo, monta esattamente come gli albumi delle uova.

Ho curiosato un po’ su internet e pare che il risultato migliore si ottenga con l’acqua dei ceci in scatola. Questa soluzione non mi alletta a dire il vero, ma il caldo di questi giorni mi ha scoraggiato d bollirli a casa. Per rendere l’acqua “magica” sembra servano dalle 4 ore in su di bollitura. Così per il primo esperimento ho voluto provare una ricetta semplicissima che faccio di solito quando ho poco tempo: la mousse al cioccolato fondente. La mia versione super veloce non è altro che panna vegetale montata (non troppo densa) con l’aggiunta di cioccolato extra fondente. Di solito in parti uguali.

Come dicevo, ci siamo date appuntamento dopo una giornata infinita di lavoro per entrambe e nonostante mio figlio saltellasse tra il tavolo ed i fornelli, ci siamo divertite come due bambine a cucinare e sperimentare…

Non fatevi ingannare dal gusto e dalla consistenza della spuma. L’acqua montata ad alta velocità per 5 minuti circa diventa solidissima, tuttavia tende a smontarsi velocemente, ma niente paura, basterà riazionare le fruste per un paio di minuti e voilà sarà di nuovo perfetta. Il gusto? Assaggiata da sola è davvero poco piacevole, salata e con un retrogusto di ceci molto forte, ma preoccupatevi quando la mousse sarà fredda il gusto sarà delizioso.

Due ingredienti e 15 minuti in tutto (per 6 persone):

  • 200 gr. di acqua di cottura dei ceci;
  • 250 gr. di cioccolato extra fondente

Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, nel frattempo montate l’acqua faba a temperatura ambiente finché non sarà bella densa da disegnare i segni delle fruste. Aggiungete il cioccolato fuso un po’ alla volta incorporandolo lentamente, come a coprire il composto dal fondo del recipiente verso l’alto. Versate negli stampi e mettete in frigo per almeno 3/4 ore.

Potete scegliere se guarnire con quello che più vi piace. Se amate la frutta potete caramellare delle scorrette di limone o tostare delle nocciole e tritarle, oppure spolverare con un pizzico di polvere di caffè. Questa ricetta quindi è dedicata a quella compagna di scuola perché nonostante siano passati 20 anni, mi fa star ancora bene come quando ero una ragazzina.

Spero che queste due ricette possano accompagnare anche la vostra estate. Fatemi sapere nei commenti se avete delle ricette che vi ricordano qualcosa o qualcuno, alla prossima, Irene!

Irene Agola – Sport e Cucina

 

Mi chiamo Irene ho 38 anni, sono un’inguaribile irrequieta, sport e cucina sono tra le cose che più mi rendono viva !Adoro camminare e le due ruote sono il metodo alternativo di movimento, l’acqua poi…una passione rigenerante!

Mi piace sperimentare in cucina, soprattutto quando si tratta di riprodurre o inventare ricette veg e scoprire nuovi sapori.

 

Follow:

13 Comments

  1. marymakeup
    July 5, 2018 / 6:30 pm

    I adoro i tartufi con i datteri…che però faccio con le noci e ci metto dentro anche la crema di arachidi, tanto per aumentare la bomba calorica. Li mangiavo regolarmente fino a 4 mesi fa quando sul mio cammino è arrivato il mio nazi-nutrizionista hahahahah
    L’acqua faba la faccio con l’acqua dei ceci e anche dei fagioli (viene un po’ scura, ma è uguale). Di solito prendo i ceci in scatola da Natura Sì (senza sale, né altro).

    • Irene
      July 5, 2018 / 9:40 pm

      Li adoro davvero poi come sempre la materia prima dà il tocco in più. Sono calorici ma se pensi ai dolci tradizionali…burro, uova,zucchero, latte…è tutto sano🤣😋

      • marymakeup
        July 6, 2018 / 12:10 am

        ah guarda io sono d’accordo con te…ne ho sempre mangiati a kg. Solo ora, sto attenta, ma sono molto vicina al mio obiettivo 😀

  2. July 5, 2018 / 8:13 pm

    These look delicious!!

  3. July 5, 2018 / 9:37 pm

    Those vegan truffles look good and so does the mousse. I love chocolate dishes and you’ve picked fantastic ones to share!

  4. July 6, 2018 / 1:03 am

    Io l’acqua dei ceci in scatola la vuoto sempre via e risciacquo pure o ceci perché quel liquido fa schiuma.
    No mi sa che col cibo proprio non andiamo d’accordo… I primi datteri però sembrano buoni, li farei col cocco, ma solo perché non amo il cacao.

    • Irene
      July 7, 2018 / 8:52 am

      Ho usato l’acqua di ceci bio, ma si può fare in casa. Credimi non lascia nessun sapore ma una una consistenza fantastica!!

    • Irene
      July 7, 2018 / 8:52 am

      Mine love too!!😍

  5. July 6, 2018 / 3:33 am

    My husband always LOVES stuffed dates!!

  6. July 6, 2018 / 5:48 am

    I have a hard time keeping dates in the house. My husband just eats them. I et he would really like the stuffed ones.

  7. valeria salesini
    July 6, 2018 / 10:47 am

    I tartufi mi ispirano un sacco, voglio assolutamente provare a farli!

    • Irene
      July 7, 2018 / 8:54 am

      Ciao Valeria sono velocissimi da preparare e fanno tanta scena!!🤗

  8. July 6, 2018 / 4:42 pm

    These all look delicious, and it’s nice to have some vegan recipes. Even though I am not vegan, it is nice to have dairy-free recipes on hand as I think I am a bit lactose intolerant. Plus, these are healthier than a lot of other desserts out there!

Leave a Reply