ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette review

ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette

Me la ricordo ancora, la prima volta che ho visto Clio. Era il 2012 e uno spot televisivo annunciava una nuova trasmissione che parlava di make-up, presentata proprio da lei. Ho pensato “mah”. Fino a quel momento il massimo del trucco per me era la riga sugli occhi, un po’ di mascara e il lucidalabbra. Possedevo tre ombretti del 1918 che usavo raramente e nella maniera sbagliata. Nessuna idea di cosa fosse un tutorial, nessuna conoscenza dell’infinita gamma di prodotti per il trucco esistenti.

Ho guardato le prime puntate del programma con la diffidenza (e la curiosità) di un gatto, non mi sembrava il mio genere ed era una cosa sulla quale non mi ero mai soffermata. Improvvisamente mi sono scoperta a pensare “ma allora si fa così!” e ad avventurarmi su YouTube a cercare Clio e le sue tante colleghe, all’epoca soprattutto americane, che con una buona lampada e una telecamera cercavano di introdurre noi “ragazze acqua e sapone per conclamata incapacità” alle Gioie del Trucco.

Mi ha tenuto tanta compagnia Clio, mi ha insegnato tante cose e beh, se dopo sette anni sono qui a scrivere di make-up (e non solo) è anche grazie a lei, perché senza la frenesia di cercare nuove recensioni e trucchi da riprodurre, sicuramente non mi sarei mai imbattuta in Marina.

ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette

ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette

ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette

Le cose in questi sette anni sono cambiate assai anche per Clio! I video da casalinghi si sono fatti sempre più professionali (anche se sembrano sempre due chiacchiere tra amiche, cosa che mi piace), i tutorial sono più ricercati, sono nati un blog molto seguito e un canale dedicato alle recensioni. E’ nata anche una bambina, Grace, che ora ha un anno e mezzo! L'”azienda Clio”, nella quale nel frattempo è entrato a tempo pieno anche il marito Claudio, si è poi allargata ad un Team piuttosto ampio di ragazze che si occupano di articoli di vario genere sul blog.

Era solo questione di tempo prima che da questo piccolo, seguitissimo impero non saltasse fuori una collezione make-up. Nonostante, con un seguito del genere, si andasse piuttosto sul sicuro rispetto al successo del prodotto, bisogna apprezzare il fatto che il progetto sia partito piano piano, iniziando da una collezione di rossetti per poi ampliare l’offerta aggiungendo via via altri prodotti. Al momento sono presenti nella collezione i rossetti in stick e liquidi, gli ombretti e il mascara. Un’altra cosa che ho notato, apprezzato e per la quale immagino ci voglia un discreto coraggio, è che Clio non si sia “appoggiata” a nessun grande brand, ma abbia portato avanti il progetto in proprio.

Non mi ero finora avvicinata alla collezione non per mancanza di interesse ma perché, ogni volta che capitavo sul sito, le cose che mi interessavano erano sold out. Un paio di settimane fa sono finalmente riuscita ad aggiudicarmi la palette di ombretti. Ahimè, avrei voluto provare anche almeno uno dei rossetti ma quelli che bramavo da tempo purtroppo erano esauriti, sarà per la prossima volta.

ClioMakeUp

E quindi eccola, la FirstLove. Ho volutamente aspettato un po’ prima di presentarvela, perché ci tenevo a provare tutti i colori e varie combinazioni. Partiamo dal packaging e cominciamo col dire che la palette è sottile, leggera e comoda da portare in giro. All’esterno c’è un involucro di cartoncino color oro rosa con il logo della palette, che è un lucchetto, in nero. Facendo scorrere e rimuovendo il cartoncino esterno (che è utile tenere sempre come protezione) ci si trova in mano la palette vera e propria. Anch’essa è in cartoncino rigido, con chiusura magnetica e, sul fronte, un riquadro trasparente che permette di vedere i colori. So che c’è stato chi si è lamentato della mancanza dello specchio all’interno però questa, onestamente, mi sembra una polemica sterile: chi di noi make-up addicted non ha uno specchietto in borsa? Lo specchio aumenta di parecchio il peso e lo spessore del prodotto, rendendolo meno maneggevole, quindi secondo me la scelta di ometterlo non è una cosa così tragica.

Sul retro, oltre alla lista degli ingredienti, si notano dei buchini in corrispondenza delle cialde. Ottima idea! La palette è magnetica e le cialdine sono rimovibili con l’aiuto di uno spillo, e sostituibili con i colori singoli che sono stati aggiunti allo shop per ampliare la collezione (in questo momento i colori disponibili in totale sono 20). Quando ho acquistato la FirstLove ho scoperto che esiste anche la MyFirstLove, una versione da quattro colori, vuota, personalizzabile con le cialde singole. Il costo della MyFirstLove è più alto, proporzionalmente, a quello della Firstlove, ma di prezzi parleremo più avanti.

ClioMakeUp Temporary Store

ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette – inci

Ora soffermiamoci sui colori della FirstLove, che sono dieci e sono “i colori di Clio”, i suoi must have che abbiamo imparato a conoscere nei suoi tutorials. Vediamoli nel dettaglio:

  • BUTTERCUP: opaco, color panna non troppo giallo né troppo bianco, perfetto come illuminante per l’arcata sopraccigliare e all’angolo interno;
  • CHAMPAGNINO: shimmer; questo nome a noi fan ha strappato un sorriso, perché è la definizione che Clio dava degli ombretti luminosi sui toni del beige chiaro, indispensabili per uno sguardo aperto;
  • POP MAUVE: metallizzato, è il mio preferito, un color malva chiaro molto versatile, utilizzabile sia da solo che in abbinamento con il resto della palette;
  • BROWNIE: opaco, il marrone chiaro neutro perfetto per l’ombreggiatura nella piega dell’occhio;
  • MOKA: opaco, un marrone medio piuttosto freddo, che ho sempre usato per definire la parte esterna dell’occhio. Potrebbe essere adatto anche per le sopracciglia delle castane non troppo scure…
  • BARONESS: metallizzato. Non è rame e non è oro rosa, è una via di mezzo, particolare, sta molto bene da solo per un trucco veloce. Credo che lo userò tantissimo quest’estate quando la voglia di truccarmi mi abbandonerà;
  • SUPERSTAR: glitter. Il nome parla da sé. E’ un rame glitteratissimo, per me perfetto come tocco in più al centro della palpebra o come top coat per una serata speciale;
  • DRAMA: opaco. torna il malva, più scuro e in versione opaca. Davvero molto elegante;
  • ICELAND: metallizzato. E’ un rosa salmone/pesca molto luminoso. Una variante valida per un trucco neutro con un tocco in più;
  • GOTHAM: opaco. E’ un colore strano, difficile da descrivere. Clio lo ha paragonato all’asfalto di New York. Non è grigio, ma nemmeno marrone, io ci vedo anche una punta di verde scuro. E’ freddo, una tonalità che non ho mai visto altrove, molto interessante. Chi si è lamentato del fatto che avrebbe preferito un nero al suo posto secondo me non lo ha capito. Io lo trovo molto bello, soprattutto se usato sulla rima cigliare inferiore e superiore: non indurisce lo sguardo come il nero e lo rende più morbido, più “da giorno”.

La qualità degli ombretti è veramente ottima, con menzione d’onore per gli opachi, che sono sempre la nostra croce (poco scriventi, polverosi): questi sono perfetti, fall-out ridotto ai minimi termini, ottima resa alla prima passata, sfumabilità ottima. A prova di “ciompe”. Il prezzo della palette è di 32,50 Euro, e lasciatemi dire che li vale tutti, non ha nulla da invidiare a prodotti di marche ben più blasonate e anche di lusso. Un ottimo lavoro davvero!

Elena make-upwith ClioMakeUp FirstLove eyeshadow palette

Se vi ho incuriosito anche con la MyFirstLove da 4 colori, sappiate che la palette vuota costa 5,50 Euro e le cialde singole 4.50 Euro. Se non avete problemi di spazio quindi, la Firstlove è più conveniente, e se vi piacciono altri colori si possono sempre prendere, tenere lì e sostituire all’occorrenza.

Tutti i prodotti di Clio sono reperibili unicamente sul sito ClioMakeUpShop. Ogni tanto salta fuori qualche pop-up store nelle maggiori città italiane, quindi le fortunate che sono in zona potranno fare un giro di shopping. Le nuove aperture sono sempre abbondantemente annunciate sui vari social.

Tutti gli ombretti sono:

  • Made in Italy;
  • Vegan;
  • Cruelty Free;
  • Paraben Free;
  • Dermatologically Tested;
  • Ophtalmologically Tested;
  • Nickel Tested

Per quanto riguarda L’INCI, l’attenzione posta sul prodotto è evidente. Non ci sono petrolati e parabeni e questa è una buona notizia. C’è qualche macchia rossa (non tante a dire il vero) ed è presente il dimethicone, che è un silicone, non ci fa impazzire, ma rende gli ombretti più sfumabili e aderenti alla palpebra. Tutto sommato un buon compromesso. In conclusione posso dirvi che mi sono innamorata di questa palette (si è capito vero?) e che diventerà sicuramente uno dei miei prodotti “comfort zone” . Perciò… grazie Clio!

Che ne pensate? L’avete provata? Fatemi sapere! Baci, Elena.

P.S. Avrete notato da qualche post a questa parte che abbiamo ufficialmente anche un nuovo membro del Team, la mia gatta Gea, che potete vedere nelle foto backstage mentre controlla la qualità delle foto e dei prodotti!!!

Elena

 

Ciao! Mi chiamo Elena, sono la mamma di due ragazzini e faccio l’impiegata. Non posso dire di avere un’unica passione: adoro mangiare (cucinare un po’ meno…), la musica e il cinema. Sono una fanatica della Disney e di Harry Potter e un’appassionata di cultura POP. L’inglese è la mia fissazione da sempre e tutto quello che è British mi affascina oltremodo. Ho scoperto il mondo del make-up relativamente tardi ma mi ha subito conquistato ed è diventata una piccola ossessione. Se qualcosa suscita la mia curiosità, sono fregata e devo sapere tutto! elena.demuru@gmail.com 

 

 

Follow:

16 Comments

    • Elena
      Author
      February 6, 2019 / 10:34 pm

      Sì, per ora solo online 😊

  1. marymakeup
    February 6, 2019 / 8:45 pm

    Allora, da dove posso iniziare? Prima di tutto grazie a Clio che ci ha fatto conoscere 🙂
    Seguivo anche io Clio almeno fino a quando è arrivata in tv, poi più niente e non sto qui a spiegarti tutte le motivazioni che sono molte però, questo posso dirtelo. Negli anni ho visto diversi suoi prodotti, ma non li ho ancora toccati con mano e devo dirti che mi hai messo davvero una grande curiosità.
    La palette è molto bella e i colori sono i “miei”, mi piace anche la scelta di non mettere un nero, perché per scurire un ombretto il nero è spesso inutile, ma qui dovremmo parlare seriamente di make-up ed il commento diventerebbe davvero molto lungo, faccio prima a farci un post!
    Peccato la presenza del dimethicome negli ombretti…era quasi tutto troppo perfetto mi verrebbe da dire, no? Un bacione non solo a te (bella review) ma anche a Gea che ormai è un membro ufficiale di questo blog <3

    • Elena
      Author
      February 7, 2019 / 9:40 am

      Uuuhhh ora sono curiosa, prima o poi mi spiegherai! Comunque, sono anche io d’accordo sol sostituire il nero con un altro colore, gotham lo sto usando tantissimo…

  2. February 6, 2019 / 10:41 pm

    Wow! You have a great product here! And I am loving this right now!

    • Elena
      Author
      February 7, 2019 / 9:42 am

      It is really a good on-the-go palette, high quality and beautiful colors. Thank you for passing by 🙂

  3. February 6, 2019 / 10:49 pm

    I have never heard of this brand but the colors look gorgeous!

    • Elena
      Author
      February 8, 2019 / 11:27 am

      Clio is famous here in Italy, she’s one of the first Youtuber that started filming makeup tutorials in italian. The online shop only ships to Italy, but the products are so good and I hope the brand will grow in the future.
      Thank you!

  4. Marlynn @UrbanBlissLife
    February 6, 2019 / 10:57 pm

    I am loving this color palette and good to hear it’s a lightweight compact makeup!

    • Elena
      Author
      February 8, 2019 / 11:30 am

      It’s so versatile, some colors can even be used as highlighter, blush or for brows/contouring. It’s really a good palette to put in your bag for retouching, or for a day-to-night switch 🙂
      Have a nice day!

  5. February 6, 2019 / 11:11 pm

    Beautiful colors! I would definitely try them if they are gluten free.

    • Elena
      Author
      February 7, 2019 / 10:50 am

      Hi Leslie! I haven’t foung anything about the palette being gluten free so far. I will have a deeper look online and com back to you 🙂

  6. February 8, 2019 / 1:16 pm

    I love the Superstar shade! I’ll check if these shades of Clio are also available her in PH.

    • Elena
      Author
      February 8, 2019 / 3:26 pm

      I checked online and apparently they only ship to Italy for the moment… maybe in the future they will expand and ship worldwide. Let’s keep our fingers crossed 🙂

  7. valeria salesini
    February 12, 2019 / 2:47 pm

    Che bei colori mi piacciono soprattutto Pop Mauve e Baroness

    • Elena
      Author
      February 12, 2019 / 2:56 pm

      Sono anche i miei preferiti! Secondo me sono i più versatili, bellissimi anche da soli 🙂

Leave a Reply