Body Flying…my experience!

Body Flying My Experience

Era davvero da tantissimo tempo che non vi parlavo di sport, per essere precisi sono già passati 2 mesi da quando ho scritto il mio ultimo post su Heat Program & Circuit e quindi oggi, visto che sono tornata da poco da una bellissima lezione di Body Flying, ho deciso che il tema del mio post di questo venerdì pomeriggio doveva essere proprio su questa disciplina che mi ha preso il cuore da circa 5 mesi ormai!

Prima di tutto che cos’è il Body Fying?

Il Body Flying è un allenamento in sospensione innovativo e unico nel suo genere, che permette al corpo di muoversi liberamente nello spazio sfruttando la forza di gravità. La tecnica Stark Body Flying nasce dalla fusione dei principi fondamentali di pilates, yoga, ginnastica artistica e stretching, a cui si aggiungono due elementi importanti: il peso del corpo e la resistenza gravitazionale.

Allora inizio subito dicendo che se pensate che il Body Flying sia solo fatto di svolazzamenti su un’amaca vi dico subito che non è assolutamente così! La preparazione fisica che viene fatta prima di salire sull’amaca è davvero dura e richiede impegno e soprattutto solidità muscolare (un allenamento che ovviamente via via diventerà sempre più facile, ma non meno faticoso).

Normalmente la lezione inizia con il riscaldamento della schiena, poi si fanno le gambe, l’addome, le spalle ed anche il petto…il tutto dura circa 40 minuti e viene fatto con l’aiuto dell’amaca. Poi, una volta scaldati si può finalmente salire sull’amaca e sotto la guida dell’istruttore si fanno figure diverse ogni lezione, come queste in alto e come quella che sto per mostrarvi qui sotto:

Body Flying My Experience

Guardando queste foto oggi non posso che sorridere compiaciuta perché sono figure davvero molto semplici che facevo nelle mie primissime lezioni. Oggi sono capace di fare cose decisamente più complicate che richiedono uno sforzo diverso e che spesso mi lasciano anche qualche segno sul corpo, sono convinta che Manu mi capisce e sa cosa intendo! Niente di tragico per carità, ma come dico sempre ogni venerdì NO PAIN, NO GAIN!

Perché ho scelto Body Flying?

Ho scelto questa disciplina perché è stata presentata nella mia palestra come novità assoluta e perché stavo cercando un qualcosa di rilassante da fare prima del fine settimana! Questa almeno era la mia idea, poi ho provato e dopo essermi ripresa dai primissimi dolori dopo circa una settimana, ho scoperto che il Body Flying non era solo rilassante, ma era qualcosa di più e io adoro le sfide ed adoro mettermi alla prova con cose che non conosco e che sono così lontane da me e dal mio mondo.

Oggi come vi dicevo ho fatto una bella lezione che mi ha lasciato le mani cotte e tantissimi lividi su gambe e braccia, ma che mi ha dato tantissima soddisfazione. Sono riuscita a salire usando non solo le braccia, ma anche l’addome e dopo aver fatto una spaccata in aria, sono scesa con un’inversione…insomma faccio prima a farvi vedere un video che riassume meglio quello che vi ho appena detto, anzi ve ne faccio vedere due perché nel primo ci sono io il 23 Febbraio scorso (registrato due settimane prima però) quando ho fatto questa figura per la prima volta con l’aiuto del mio fantastico istruttore Marco, mentre nel secondo video sono sempre io oggi mentre dimostro ad una compagna di corso cosa fare dopo la spaccata in aria:

Una cosa che ho notato subito è che il mio fisico è cambiato moltissimo nel tempo e soprattutto negli ultimi 2 mesi…ma questo non è solo merito del Body Flying. Da quando faccio Hear Circuit il mio corpo si sta modificando alla velocità della luce. Questi video non rendono giustizia ai miei innumerevoli sforzi in palestra perché sembro più grossa di quello che sono, ma questo perché facendoli dal basso l’immagine è leggermente distorta. Resta il fatto che secondo me si vede lo stesso la differenza tra il primo ed il secondo video e non parlo solo di progresso sportivo, ma anche fisico.

Ormai sono 9 mesi che vado in palestra con continuità e devo dire che quello sono cambiata non solo a livello fisico, ma soprattutto mentale. Ho riscoperto il mio spirito agonistico che in realtà era solo assopito…e ho scoperto che oggi sono più forte di quanto lo fossi ieri, ma meno di quanto lo sarò domani e non intendo solo fisicamente!

L’unica cosa che mi dispiace è che ho lasciato la corsa un po’ indietro ed oggi vergognosamente vi dico che sono ferma dal 24 Gennaio! Ma non ho mollato, mi sono riposata e sono pronta a riprendere più forte e agguerrita che mai. Tra i miei prossimi impegni la 5k della Maratona di Roma il prossimo 8 Aprile, l’Appia Run il 15 Aprile (volevo tentare la 13k, ma devo vedere se sono pronta o meno, altrimenti correrò la 4k non competitiva) e se il ferro non fa i capricci tenterei anche la Spartan Race da 5k il prossimo 28 Aprile.

Insomma io non mollo…voi che fate di bello e come vi state preparando all’estate? Buon fine settimana a tutti, ci sentiamo martedì, perché lunedì penso proprio di fare una scappata al Cosmoprof, chi trovo di voi?

 

Follow:

3 Comments

  1. March 18, 2018 / 6:35 pm

    E’ una figata! tra l’altro lo fanno se non sbaglio anche in una palestra vicino casa mia, devo informarmi 🙂

    • marymakeup
      Author
      March 18, 2018 / 6:51 pm

      è davvero troppo troppo bello body flying…anche se ancora oggi sono tutta livida :/

Leave a Reply